TwitterFacebookGoogle+

Gb: deputati pagati 10% in piu', ma stipendi pubblici al palo

(AGI) – Londra, 16 lug. – Dopo un dibattito lungo mesi e l’opposizione da parte dello stesso primo ministro conservatore, David Cameron, l’autorita’ indipendente che regola il funzionamento del parlamento (Ipsa) ha oggi deciso che gli stipendi dei deputati dovranno crescere del 10%, per recuperare gli aumenti legati all’inflazione che negli anni passati non sono stati applicati ai rappresentanti del popolo. A opporsi all’aumento, tuttavia, oltre a una pattuglia di parlamentari, sono stati in questi ultimi mesi soprattutto i sindacati dei dipendenti pubblici, considerando che gli stipendi del settore sono al palo da anni e, secondo le ultime leggi di bilancio e secondo il regime di austerity in vigore anche nel Regno Unito, non possono aumentare di piu’ dell’1% ogni 12 mesi. Lo stipendio di un deputato di Westminster passa cosi’ da 67mila a 74mila sterline l’anno (oltre 105mila euro secondo il cambio attuale), un aumento che solo recentemente il premier Tory, Cameron, aveva definito “inaccettabile”. Ma poi, nelle ultime settimane, la comunicazione da parte di Downing Street che il primo ministro non si sarebbe opposto alla decisione arrivata oggi. L’aumento fra l’altro e’ anche retrodatato allo scorso 8 maggio, il giorno successivo alle elezioni per il rinnovo della Camera dei Comuni. Cosi’ i rappresentanti eletti avranno un rimborso per questi due mesi passati, per adeguare la paga ricevuta a quella stabilita questa mattina dall’autorita’, e gli stessi deputati vedranno aumentare anche il fondo pensione, legato agli stipendi. I prossimi giorni saranno i giorni delle polemiche, a Westminster e sulla grande stampa, anche se va sottolineato come all’aumento in se’ non si sia opposto alcun partito nella sua interezza. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.