TwitterFacebookGoogle+

Gb: inchiesta parlamentare su Blair, tento' di salvare Gheddafi

(AGI) – Londra, 1 set. – Nuove ombre si addensano sull’ex primo ministro laburista Tony Blair. La commissione d’inchiesta parlamentare sul conflitto del 2011, che porto’ alla caduta e’ all’uccisione di Muammar Gheddafi, lo interroghera’ sul suo tentativo – finora rimasto segreto – di intercedere a favore dell’ex dittatore libico. Il Times riferisce che durante la campagna di raid aerei a sostegno dei ribelli libici, Blair chiamo’ Downing Street per informare l’attuale ed allora premier, David Cameron, che era “stato contatto da una persona vicina” al colonnello “che voleva concludere un accordo” per salvarsi la vita. Particolare inedito emerso nella biografia “Cameron at 10”, scritta da Sir Anthony Sheldon e di imminente pubblicazione. Cameron decise pero’ di non dare alcun seguito all’informazione perche’ non voleva dare l’impressione che il Ragno Unito “volesse aiutare il leader libico”. Soprattutto dopo che lui, al seguito dell’allora presidente francese Nicolas Sarkozy, diede il via entusiasta – oggi molto meno – alla campagna di bombardamenti aerei contro il regime, sostenuto non entusiasticamente dagli Usa e seguito, malvolentieri, dall’Italia di Silvio Berlusconi. Crispin Blunt, presidente della commissione Esteri dei Comuni ha annunciato che Blair sara’ sentito, anche sull’riavvicinamento tra Londra e Tripoli del 2004, l’accordo che vide Gheddafi rinunciare al suo programma nucleare. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.