TwitterFacebookGoogle+

Gb: staminali curano degenerazione maculare, prima causa di cecita' tra ultra-sessantenni

(AGI) – Londra, 29 set. – Importante passo avanti a Londra nella cura della principale causa della perdita della vista negli anziani: la degenerazione maculare della retina. Gli oftalmologi del Moorfields Eyes Hospital, ricorrendo alle cellule staminali embrionali sono riusciti a ricostituire la macula (la porzione centrale della retina, la membrana spessa tra 0,4 e o,1 mm, che riveste il ‘fondo’ dell’occhio formata da cellule fotorecettoriali che trasformano la luce in impulsi elettrici decifrati dal cervello in immagini) danneggiata dalla malattia in una donna. La paziente, sessantenne, soffriva della forma piu’ rara (10% dei casi), ma aggressiva, della degenerazione maculare, quella ‘essudativa’. Questa e’ caratterizzata dalla formazione di nuovi vasi sanguingni sotto la retina che tendono a causare micro-emorragie e a sollevare la membrana dei fotorecettori spostandola dalla posizione ottimale. In questo modo si rende inefficace la percezione e la trasmissione del segnale visivo e quindi si perde progressivamente la vista. Ma i medici del Moorfields ritengono che la stessa tecnica si possa applicare anche a quelli affetti dalla forma ‘secca’ piu’ comune (90% dei casi). Secondo quanto riferisce il Daily Telegraph la donna che ha subito l’intervento il mese scorso e’ la prima di una serie di 10 pazienti che si e’ offerta per l’intervento. Benche’ i medici sono certi che tutto sia andato bene ci vorranno ancora mesi prima di verificare l’effetto sulla vista della procedura perche’ le staminali (posizionate al posto del tessuto retinico danneggiato) hanno bisognmo di tempo per attecchire e trasformarsi in cellule della macula (la parte centrale della retina). Le staminali embrionali sono state prese da embrioni donati per scopi scientifici, creati duranti procedimenti di fertilizzazione in vitro (Ivf) ma mai usati. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.