TwitterFacebookGoogle+

Gentilini (Lega Nord): “I gay? Restino nei loro recinti”

Redazione– “Non ho nulla contro gay e lesbiche, ma che restino nei loro recinti”.

Questo il commento del leghista Giancarlo Gentilini, intervenendo sui cortei degli omosessuali per ottenere pari diritti. D’altronde, spiega, “non posso tollerare ogni forma di esibizionismo”, o “di tentativi di massacrare la famiglia naturale”.

Non è comunque una novità: mesi fa, Gentilini, che fu anche sindaco di Treviso, aveva rilasciato altri allucinanti commenti in merito ai gay: “Tosi ha autorizzato il Gay Pride di Verona, gli sparerei”, aveva detto. “I gay non appartengono al popolo veneto, non hanno nulla a che fare col popolo veneto. “Io li rispetto, però non facciano esibizionismo, uomini con le tette come le ragazze, per carità. Restino in casa, nel privato”, aveva concluso.

http://www.articolotre.com/2015/06/gentilini-lega-nord-i-gay-restino-nei-loro-recinti/

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.