TwitterFacebookGoogle+

Gentiloni torna subito al lavoro, a Palazzo Chigi per il Cdm

Roma – Dall’ospedale a Palazzo Chigi. Il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, non ha perso tempo: appena dimesso dal Policlinico Gemelli dove era stato ricoverato martedì sera scorso per un malore e dopo essere stato sottoposto a intervento di angioplastica, è tornato subito al lavoro. E’ andato a Palazzo Chigi  dovve ha presieduto il Consiglio dei ministri che ha avuto inizio alle 12,36.

Ecco l’ordine del giorno del Consiglio dei ministri:

  • – DECRETO LEGISLATIVO (PRESIDENZA – GIUSTIZIA – SVILUPPO ECONOMICO) recante attuazione della direttiva 2014/104/UE relativa a determinate norme che regolano le azioni per il risarcimento del danno ai sensi del diritto nazionale per violazioni delle disposizioni del diritto della concorrenza degli Stati membri e dell’Unione europea;
  • – N. 5 DISEGNI DI LEGGE (AFFARI ESTERI E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE) – recanti ratifica ed esecuzione dei seguenti Atti internazionali: -Protocollo sui privilegi e le immunita’ del Tribunale unificato dei brevetti; -Emendamenti all’Accordo istitutivo del Fondo comune dei prodotti di base del 27 giugno 1980; -Protocollo sui Registri e i trasferimenti di sostanze inquinanti; -Accordo Italia – Costa Rica sullo scambio di informazioni in materia fiscale; – Emendamento all’articolo 124 dello Statuto Istitutivo della Corte Penale Internazionale;
  • -N. 3 DECRETI LEGISLATIVI (GIUSTIZIA) – in attuazione della delega di cui all’articolo 1 comma 28, lettere a), b) e c) della legge 20 maggio 2016, n. 76, recanti: – disposizioni per l’adeguamento delle norme dell’ordinamento dello stato civile in materia di iscrizioni, trascrizioni e annotazioni alle previsioni della legge sulla regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso, nonche’ disposizioni recanti modifiche ed integrazioni normative per il necessario coordinamento sulla regolamentazione delle unioni civili delle disposizioni contenute nelle leggi, negli atti aventi forza di legge, nei regolamenti e nei decreti; – disposizioni di modifica e riordino delle norme di diritto internazionale privato in materia di unioni civili tra persone dello stesso sesso e adozione di disposizioni di necessario coordinamento; – disposizioni di coordinamento in materia penale.
  • ESAME PRELIMINARE DI N. 5 DECRETI LEGISLATIVI (ISTRUZIONE UNIVERSITA’ E RICERCA) – in attuazione della delega di cui all’articolo 1, commi 180 e 181 della legge 13 luglio 2015, n. 107 recanti: – norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilita’ (commi 180 e 181, lett. c); – revisione dei percorsi dell’istruzione professionale, nel rispetto dell’articolo 117 della Costituzione, nonche’ raccordo con i percorsi dell’istruzione e formazione (commi 180 e 181, lettera d); – disciplina del sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita sino a sei anni (commi 180 e 181 lett. e); – norme sulla promozione della cultura umanistica e del patrimonio artistico e della creativita’ (commi 180 e 181, lett. g); – disciplina della scuola italiana all’estero (commi 180 e 181, lett. h);
  • – DELIBERAZIONE del Consiglio dei ministri in merito alla partecipazione dell’Italia a missioni internazionali per l’anno 2017, a norma dell’articolo 2, comma 1, della legge 21 luglio 2016, n. 145 (PRESIDENZA);
  • – RELAZIONE programmatica per il 2017 sulla partecipazione dell’Italia all’Unione europea (PRESIDENZA);-
  • LEGGI REGIONALI. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.