TwitterFacebookGoogle+

Gesù era razzista e gay? Nuove prove. Di Alessandro De Angelis

La Trinità dell'ingannoVangelo di Matteo 10, 1-8

1 Chiamati a sé i dodici discepoli, diede loro il potere di scacciare gli spiriti immondi e di guarire ogni sorta di malattie e d’infermità.

2 I nomi dei dodici apostoli sono: primo, Simone, chiamato Pietro, e Andrea, suo fratello; Giacomo di Zebedèo e Giovanni suo fratello, 3 Filippo e Bartolomeo, Tommaso e Matteo il pubblicano, Giacomo di Alfeo e Taddeo, 4 Simone il Cananeo e Giuda l’Iscariota, che poi lo tradì.

5 Questi dodici Gesù li inviò dopo averli così istruiti:

«Non andate fra i pagani e non entrate nelle città dei Samaritani; 6 rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d’Israele.

7 E strada facendo, predicate che il regno dei cieli è vicino. 8 Guarite gli infermi, risuscitate i morti, sanate i lebbrosi, cacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date.

 

Chi sono i pagani? Siamo noi, i non ebrei. Gesù è dunque contrario a diffondere il credo di Dio verso i non ebrei, non solo, ordina ai suoi discepoli di guarire solamente gli israeliti, mentre se un non ebreo è infermo o malato non può essere assolutamente guarito.

Facciamo due conti, è come se oggi io sia presidente del consiglio ed emano una legge che proibisce di curare coloro che non sono nati in Italia, immaginate cosa succederebbe.

Ma poi le nostre possibilità sono inoltre limitatissime rispetto a quelle di questi dodici discepoli che, oltre a cacciare i demoni, guarire malattie come la lebbra che mieteva tantissime vittime,ecc ecc, resuscitavano anche i morti. Difatti i becchini in Israele non esistevano.

Ma il punto è come sia stato possibile diffondere un credo, il cristianesimo, razzista verso i non ebrei, e come possono oggi i credenti abbracciare una religione che non gli deve appartenere per ordine di Gesù?

Due miliardi e trecentomilioni di persone credono in un Gesù che non vuole la loro salvezza, visto che egli ordinò di non predicare a chi non è ebreo il regno di Dio e di non liberare chi è posseduto dal demonio; alla faccia degli esorcismi praticati dalla chiesa.

Vi risponderanno gli esegeti che poi venne San Paolo a rettificare ciò che disse Gesù aprendo il cristianesimo anche ai non ebrei, contraddicendo cosi gli ordini di Cristo stesso. Nel libro in prossima uscita: Svelata la vera identità di Gesù, vi dimostreremo come San Paolo non sia mai esistito, oltre a portare prove schiaccianti di come anche Gesù è stato costruito come Giovanni Battista e Barabba da un rivoluzionario.

Tornando all’articolo di Gesù era gay che ha suscitato tanto scalpore, il vangelo segreto di Marco, che è un vangelo apocrifo cristiano menzionato nella Lettera di Mar Saba, una lettera attribuita a Clemente di Alessandria 150 circa – 215 circa, ci fornisce ulteriori informazioni sulla presunta omosessualità di Gesù. Il vangelo è noto solo attraverso questa lettera, che contiene due passaggi che sarebbero stati estratti dal testo evangelico. Leggiamo il primo passo tratto da esso: « Ed essi giunsero a Betania. E una certa donna, il cui fratello era morto, era lì. E, giungendo, si prostrò dinanzi a Gesù e disse, «Figlio di Davide, abbi pietà di me». Ma i discepoli la rimproverarono. E Gesù, adirato, si recò con lei nel giardino dove c’era la tomba, e immediatamente si sentì un forte urlo dalla tomba. E avvicinatosi Gesù rotolò via la pietra dalla porta della tomba. E subito, recatosi dove era il giovane, allungò la sua mano e lo sollevò, prendendo la sua mano. Ma il giovane, guardandolo, lo amò e iniziò a supplicarlo di tenerlo con sé. E usciti dalla tomba giunsero alla casa del giovane, poiché egli era ricco. E dopo sei giorni Gesù gli disse cosa fare e a sera il giovane andò da lui, indossando un panno di lino sul corpo nudo. E rimase con lui quella notte, in quanto Gesù gli insegnò il mistero del regno di Dio. E perciò, sollevatosi, ritornò dall’altro lato del Giordano. »

Questo invece è il secondo passo:« E la sorella del giovane che Gesù amava e sua madre e Salome erano lì, e Gesù non le ricevette. »

In questi due passi si dice esplicitamente che Gesù amava il giovane e che il giovane amava Gesù e che voleva rimanere con lui. Gesù acconsenti e gli disse cosa fare: andare da lui la sera indossando un panno di lino sul corpo nudo.

Perche mai sotto il lenzuolo doveva essere nudo per passare la notte con lui? Facciamo un altro parallelo, voi andate da un medico che vi salva da una malattia giudicata incurabile, voi lo amate e gli chiedete di stare con lui ed il medico acconsente chiedendovi di recarvi la sera da lui, per passare la nottata con una bella minigonna e senza mutandine e reggiseno sotto il vestito, cosa pensate che voglia da voi? Pardon, in questo caso trattasi di un uomo che non deve indossare gli slip sotto i pantaloni, e poi vedrete cosa è in realtà il “Regno dei cieli”, confermato tra l’altro dalle ricerche astronomiche dove si è visto che l’universo è pieno di buchi neri che risucchiano la “materia”. Di quale materia trattasi fatevelo spiegare dai sacerdoti pedofili.

Nella Lettera di Mar Saba il Vangelo segreto di Marco è descritto come una seconda versione, «più spirituale», del Vangelo di Marco composto dall’evangelista stesso. La lettera di Mar Saba fu scoperta nel 1958 da Morton Smith in un monastero di Mar Saba vicino Gerusalemme; Smith fotografò il testo, contenuto in tre pagine alla fine di una edizione del XVII secolo degli scritti di Ignazio di Antiochia, e rimise nella libreria del monastero il volume, che andò poi perduto.

Il manoscritto della lettera poi scomparì e rimasero solamente le fotografie in bianco e nero scattate dallo stesso Smith nel 1958, poi nel 1976, Guy G. Stroumsa e altri tre studiosi ritrovarono il documento che fu portato l’anno successivo alla biblioteca del Patriarcato greco-ortodosso di Gerusalemme, per poi scomparire nuovamente. Strano vero? Di fatto un vangelo scomodo che doveva sparire per non essere analizzato al fine di stabilirne l’autenticità. Nel 2005 lo scrittore Stephen Carlson pubblicò il libro «Il Vangelo bufala: l’invenzione di Morton Smith del Marco segreto», dove affermava che Morton Smith fu l’autore e lo scriba del manoscritto di Mar Saba, in quanto nelle fotografie del documento osservava un tremore da falsario e che le lettere ‘theta’ e ‘lambda’ del testo di Mar Saba corrispondevano a quelle di Smith stesso.

Ma le analisi accademiche di Scott G. Brown confutarono Stephen Carlos e un’altra analisi grafologica è stata intrapresa dalla grafologa greca Venetia Anastasopoulou per conto della Biblical Archaeology Review, la quale dopo aver confrontato il manoscritto di Mar Saba con campioni di scrittura di Morton Smith, ha concluso che il manoscritto non è opera di Smith, con buona pace per i credenti.

L’omosessualità era diffusissima all’epoca di Gesù, vi basterà leggere la Bibbia per appurarvene di persona, ma al di là di questi articoli volutamente provocatori per attirare l’attenzione sulle nostre scoperte, abbiamo identificato dopo 2000 anni di inganno il personaggio su cui costruirono Gesù, Barabba e Giovanni Battista svelando la vera storia della cattura e processo con Pilato, rivelando tra l’altro il senso di questi aneddoti metaforici dove si cela ben altro.

Le prove sono state portate davanti a sacerdoti docenti di cristologia e di Nuovo Testamento, nonchè davanti a sacerdoti professori della Pontificia Università di Roma con migliaia di persone che hanno ascoltato le trasmissioni televisive e radiofoniche ora non più disponibili sul web non certo per nostra volontà. Ma se il potere ha creato Gesù è ovvio che i nostri studi e ricerche frutto di anni di lavoro non devono essere diffuse.

 

Clicca qui per vedere l’articolo precedente su Gesù era gay: http://apocalisselaica.net/varie/cristianesimo-cattolicesimo-e-altre-religioni/gesu-era-gay-e-papa-francesco-apre-ai-gay-di-alessandro-de-angelis

Alessandro De Angelis scrittore, ricercatore indipendente di antropologia e storia delle religioni.

In prossima uscita in tutte le librerie.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.