TwitterFacebookGoogle+

Giappone: rientra allarme tsunami, verifiche a centrale Fukushima

Tokyo – E’ rientrato l’allarme tsunami sulle aeree della costa orientale del Giappone, dopo il terremoto di 7,4 gradi di intensità registrata nella serata italiana. Il movimento tellurico è avvenuto alle 05:59 (le 22:00 in Italia) a una profondità di 25 chilometri e ha avuto come epicentro una zona della prefettura di Fukushima dove sono in funzione ancora due reattori nucleari.

L’allerta tsunami era stato lanciato in due regioni (Fukushima e Miyagi) e onde alte poco più di un metro hanno colpito anche la zona della centrale nucleare sinistrata dopo il terremoto devastante del 2011.

La compagnia Tepco, che opera l’impianto nucleare di Fukushima, ha confermato che un’onda di un metro ha toccato le coste adiacenti, ma che contrariamente alle informazioni date in precedenza, non si è registrato alcun incidente. Uno dei sistemi di refrigerazione della piscina di combustibile utilizzato dal reattore 3 di Fukushima Daini si è fermato, ma il suo funzionamento è ripreso poco dopo. Due ore dopo il terremoto, sulla costa di Sendai, nella prefettura di Miyagi, si è registrata un’onda di 1,4 metri.

 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.