TwitterFacebookGoogle+

Gli italiani dedicano almeno un'ora alla pausa pranzo

La frenetica vita d’ufficio non resiste al rito della pausa pranzo, uno stop irrinunciabile per 8 italiani su 10. In Italia, la fanno oltre 18 milioni di persone, con il 51% che gli dedica in media un’ora o più. Solo il 18% non la fa mai o più raramente e, se proprio decide di riempire lo stomaco, lo fa con spuntini spezza fame nell’arco della giornata. E’ quanto emerge da un’indagine commissionata dall’Associazione Nazionale Conservieri Ittici (Ancit) alla Doxa. 

Ma quale pasto veloce e frugale, è un’occasione per socializzare

Se il 39% degli italiani sceglie di fare pausa pranzo a casa, dallo studio emerge che 6 italiani su 10 mangiano fuori casa. In particolare il 24% sceglie di restare sul luogo di lavoro, il 20% trascorre la pausa pranzo nella mensa aziendale mentre solo il 14% si reca al bar o alla tavola calda. Il parco è un’utopia visto che solo l’1% utilizza la pausa pranzo all’aria aperta. 

Al contrario dell’immaginario collettivo, che lo considera un pranzo frugale e veloce, in realtà, rappresenta “un’oasi felice” in cui ricaricare le pile, mangiare bene e anche fare amicizia. Per 6 milioni di persone, infatti, è un’occasione per socializzare, da condividere con i propri colleghi (31%). Con un occhio di riguardo per alimenti buoni e salutari (48%). Post, tweet, like e condivisioni restano confinate agli irriducibili dello smartphone: sono solo il 13% quelli che mangiano “connessi”. Ancora di meno (5%) quelli che mangiano mentre continuano a lavorare e quelli che scelgono di utilizzare la pausa pranzo per fare sport (3%).

Vince la schiscetta portata da casa che batte la pizza

Chi mangia direttamente sul posto di lavoro sceglie la schiscetta, la preferita dall’85% degli italiani. La maggior parte (66%) consuma gli alimenti portati da casa e ingeriti freddi, così come sono, mentre il 19% riscalda il tutto nel cucinotto aziendale. In crescita però il take away, scelto dal 29% degli italiani. La ricetta preferita è l’insalata di riso con tonno e pomodori (40%). Naturalmente, c’è anche chi va veloce e non si fa mai mancare il classico panino o tramezzino con salumi e formaggi o con tonno e pomodoro (35%). Solo 1 italiano su 10 mangia pizza durante la pausa pranzo, lasciando uno dei piatti più amati ad altri momenti. 

“Gli italiani, durante la pausa pranzo lavorativa, evidenziano abitudini alimentari sane e ispirate al benessere visto che stando a questa ricerca, consumano alimenti leggeri, salutari e si prendono il giusto tempo per farla”, ha sottolineato Pietro Antonio Migliaccio, presidente emerito della Società Italiana di Scienza Alimentazione. “Del resto, non a caso, l’Italia è oggi al primo posto tra i Paesi del mondo che hanno una più lunga durata della vita ed un migliore stato di nutrizione e di salute”.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.