TwitterFacebookGoogle+

Gli occhi del mondo su Milano Via all'Expo, timore per il corteo

(AGI) – Milano, 1 mag. – Ultime ore d’attesa fra ottimismo per i preparativi ormai ultimati e timore di contestazioni, prima dell’avvio di Expo. La manifestazione conquistata da Milano nel 2008, costruita tra entusiasmi e pessimismo, difficolta’ e scatti d’orgoglio, e’ davvero ormai alle porte. Da stamane alle 10 – quando per la prima volta i tornelli che regolano gli ingressi alle quattro entrate del sito (Roserio, Triulza, Fiorenza e Merlata) entreranno in funzione accogliendo i primi visitatori – e fino al 31 ottobre il mondo si incontrera’ a Rho per confrontarsi sul tema ‘Nutrire il pianeta – energia per la vita’. All’Open Air Theatre alle 12 andra’ in scena l’inaugurazione ufficiale. Previsti gli interventi del presidente del Bie Ferdinand Nagy, dell’amministratore delegato di Expo Spa, Giuseppe Sala, e del presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Per domani “Tutti i padiglioni saranno pronti”, rassicurano i vertici. Il timore allora riguarda le contestazioni da parte dei ‘No Expo’ e dei gruppi anarchici e di antagonisti. Per oggi e’ annunciata un’imponente manifestazione che prendera’ il via alle 14 da porta Ticinese. Altissima l’allerta, soprattutto per la possibile presenza di black bloc che starebbero confluendo nel capoluogo lombardo da tutte Europa. Massimo, allo stesso modo, anche il livello dei controlli con perquisizioni e forze dell’ordine mobilitate gia’ da qualche giorno. Una prima avvisaglia c’e’ stata ieri mattina quando, a sfilare per le vie del centro, sono stati gli studenti. Momenti di tensione, edifici imbrattati, lanci di petardi e fumogeni e una carica d’alleggerimento della polizia ma nessun vero incidente. Alcuni manifestanti si sono arrampicati su una delle torri di Expo Gate, le strutture in ferro e vetro di fronte a Piazza Castello, e hanno issato uno striscione anti Expo. In viale Majno alcuni antagonisti con cappucci e occhiali scuri si sono staccati dal corteo e hanno assaltato a colpi di vernice la sede dell’agenzia di lavoro interinale Manpower. Da una via adiacente sono intervenuti circa 30 poliziotti che hanno disperso gli incappucciati. Brevi tafferugli sono scoppiati tra i manifestanti e un operatore TV che stava filmando la scena. La conclusione, senza problemi, davanti alla sede della Regione Lombardia. Nella tarda serata di mercoledi’ gli agenti dell’Ufficio prevenzione generale della Questura di Milano avevano fermato un furgone con targa tedesca e finestrini oscurati con tre persone a bordo. All’interno gli agenti hanno trovato una bomboletta spray urticante, passamontagna e alcune bombolette di vernice. I tre tedeschi sono stati accompagnati in Questura per l’identificazione e il possessore della bomboletta urticante e’ stato indagato per porto abusivo di arma. Gia avviate anche alcune espulsioni: i giudici hanno infatti accolto la richiesta della questura di allontanare dall’Italia tre tedeschi ‘no Expo’ perquisiti due volte nel giro di 24 ore. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.