TwitterFacebookGoogle+

Grecia: Dijsselbloem, rispettare accordi. Varoufakis, si'riforme, ma non trattiamo con troika

(AGI) – Atene, 30 gen. – La Grecia deve rispettare gli accordi con i partner europei evitando “mosse unilaterali, che non sono la strada per andare avanti”. E’ quanto ha dichiarato il presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, conversando con la stampa al termine del suo incontro con il nuovo ministro delle Finanze ellenico, Yanis Varoufakis.

“Ignorare gli accordi non e’ la strada da seguire”, ha affermato Dijsselbloem, spiegando che la prosecuzione del sostegno europeo ad Atene dipende dal rispetto degli impegni presi e che tocca alla Grecia stabilire la sua posizione prima di continuare la trattativa.
   “Lo scopo della mia visita era spiegare le condizioni del nostro accordo”, ha detto ancora il presidente dell’Eurogruppo, “vogliamo che la Grecia riguadagni l’indipendenza economica”. Secondo Dijsselbloem e’ comunque importante “non perdere i progressi compiuti in questi anni in Grecia”. Una decisione, ha concluso il presidente dell’Eurogruppo, verra’ comunque presa prima di fine febbraio, quando giungera’ a scadenza il piano di assistenza della ‘troika’.

Il nuovo governo greco intende “portare avanti riforme che rendano l’economia piu’ competitiva” e punta ad avere “conti pubblici in equilibrio” ma “non ha intenzione di cooperare con la missione della ‘troika’” dei creditori internazionali (Ue, Fmi, Bce), che si era detta disponibile a una nuova visita ad Atene prima dell’esborso dell’ultima tranche di prestiti da 7 miliardi di euro. Lo ha dichiarato alla stampa il neo ministro delle Finanze greco, Yanis Varoufakis, al termine del suo incontro con il presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem.

Ho esposto al capo dell’Eurogruppo la determinazione della Grecia nel portare avanti riforme che rendano l’economia piu’ competitiva”, ha spiegato Varoufakis, aggiungendo che Atene “non accettera’ una crisi auto innescata di deflazione e debito non sostenibile”. Il ministro ellenico ha inoltre confermato che non chiedera’ un’estensione del programma di assistenza, in coerenza con il programma elettorale di Syriza. “Questa piattaforma ci ha consentito di guadagnare la fiducia del popolo greco”, ha proseguito Varoufakis, “la nostra prima azione come governo non sara’ chiedere un’estensione del programma contraddicendo l’averlo messo in dubbio”. Ad ogni modo, Varoufakis ha detto di aver avuto “ottime sensazioni” al termine di un incontro che ha definito “una base per discussioni costruttive”.

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.