TwitterFacebookGoogle+

Grecia: gli indipendentisti, leali ma ci sono dei limiti

(AGI) – Atene, 14 lug. – La portavoce di Anel, il partito nazionalista greco alleato di Syriza, ha escluso un’uscita dalla maggioranza ma ha avvertito che “ci sono dei limiti” al sostegno al premier Alexis Tsipras posti dal rispetto del mandato del popolo greco, “espresso con le elezioni di gennaio e con il referendum” che ha bocciato il piano di riforme proposto dall’Eurogruppo. “I Greci indipendenti (questo il nome per esteso del partito, ndr) sono stati costanti nel loro sostegno al governo, abbiamo sostenuto e continueremo a sostenere gli sforzi del governo”, ha assicurato la portavoce Marina Chrysoveloni. La portavoce ha pero’ avvertito che i suoi deputati voteranno “secondo coscienza” sull’accordo con i creditori raggiunto a Bruxelles. Era stato il leader di Anel, il ministro della Difesa, Panos Kammenos, ad annunciare che il suo partito non avrebbe votato l’intesa per non tradire il mandato degli elettori: “Non possiamo accettarla”, aveva affermato, “in una democrazia parlamentare ci sono delle regole e noi le rispettiamo”. La portavoce ha escluso l’ipotesi di formare un nuovo esecutivo con il centrodestra di Nuova democrazia o gli europeisti di To Potami. Anche restando nella maggioranza, un eventuale voto contrario in Parlamento dei deputati di Anel insieme all’ala sinistra di Syriza costringerebbe Tsipras a ricorrere ai voti dell’opposizione europeista per far approvare l’accordo. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.