TwitterFacebookGoogle+

Grecia: ottimismo per un accordo, "ma difficile che sia oggi"

(AGI) – Roma, 22 giu. – Maratona di incontri in queste ore a Bruxelles per definire le sorti della Grecia. Le aspettative sono alte e stanno alimentando l’ottimismo sui mercati in una giornata che, tuttavia, potrebbe non essere affatto decisiva. Il commissario agli Affari economici, Pierre Moscovici, a poche ore dall’Eurogruppo, si e’ detto “convinto” che oggi si possa trovare una soluzione perche’ c’e’ “la volonta’ politica di salvaguardare l’euro”. Concetto evidenziato anche dal presidente della Bce, Mario Draghi, che ha sottolineato la necessita’ di “salvaguardare l’irreversibilita’ dell’unione monetaria”. Moscovici ha pero’ poi parzialmente corretto il tiro affermando che “le proposte fatte dal governo greco rappresentano un passo in avanti ma resta ancora del lavoro da fare sulle riforme importanti”. A frenare fin dall’inizio le attese, e’ stato invece il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker. “Sono stati compiuti progressi nei giorni scorsi, ma ancora non ci siamo. Non so se arriveremo a un accordo oggi”, ha affermato Juncker prima di incontrare il premier greco, Alexis Tsipras. Ottimista ma cauta anche Angela Merkel. “Ci sono ancora molti giorni in questa settimana in cui le decisioni possono essere prese”, ha detto parlando con i giornalisti a Magdeburgo, in vista del summit di emergenza dei capi di stato e di governo della zona euro, in programma stasera. Piu’ duro il ministro delle finanze Tedesco, Wolfgang Schaeuble. “Non abbiamo ancora ricevuto nessuna proposta significativa,” da parte delle autorita’ greche, ha detto arrivando alla riunione straordinaria dei ministri delle Finanze della zona euro. Nella notte il governo ellenico ha presentato un pacchetto di nuove proposte di riforma che sono state definite dai creditori “una buona base” per trovare una soluzione. “Il documento inviato dal premier greco Alexis Tsipras rappresenta una buona base per fare progressi nel summit della zona euro”, ha detto il portavoce della Commissione Ue, Margaritis Schinas, durante il punto stampa quotidiano dell’Esecutivo Ue a Bruxelles. “La situazione e’ in continuo sviluppo,” ha aggiunto il portavoce, sottolineando che “esiste un unico documento che porta la firma del premier Tsipras” sul quale si sta negoziando. Le proposte sono state illustrate da Tsipras in una serie di incontri con le tre istituzioni, Commissione Ue, Bce e Fmi. In una nota l’ufficio del premier greco ha messo in chiaro che la Grecia non aumentera’ l’Iva sull’elettricita’. Intanto una fonte ha fatto sapere che la Bce ha innalzato il tetto della liquidita’ di emergenza alle banche greche per la terza volta in sei giorni. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.