TwitterFacebookGoogle+

Grecia: Padoan "strada ancora lunga, recuperi credibilita'"

(AGI) – Roma, 19 lug. – Per la Grecia “il peggio e’ alle spalle” ma “il negoziato sulla terza tranche di aiuti comincia ora, la strada e’ lunga”: e’ l’avvertimento lanciato dal ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, che in un’intervista alla Stampa ha affermato che Atene “deve ricostruire la sua credibilita’”. “Se fara’ le riforme e fara’ buon uso delle risorse a disposizione, tornera’ a crescere”, ha affermato. Padoan ha riconosciuto l’importanza dell’uscita di scena del ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis: “Non mi piace metterla sul personale, ma fino alla sua destituzione non c’e’ stato alcun progresso al Parlamento greco ha votato contro l’accordo e il programma precedente si poteva chiudere a condizioni per loro migliori”. Il ministro ha sottolineato che la situazione dell’Italia “non e’ nemmeno lontanamente comparabile” a quella della Grecia. “L’Italia si e’ guadagnata credibilita’ e rispetto grazie alle riforme, non abbiamo bisogno della benevolenza di nessuno”, ha osservato. Quanto alle riforme necessarie all’Ue, Padoan indica la necessita’ di “completare l’Unione bancaria”, anche con “un fondo di assicurazione dei depositi”, “aumentare l’integrazione dei mercati, aprirsi agli scambi globali firmando l’accordo transatlantico con gli Usa”. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.