TwitterFacebookGoogle+

Grillo-Casaleggio, M5s più unito che mai

Roma – Ieri i senatori, oggi i deputati. Beppe Grillo continua il suo giro di consultazione con i parlamentari, chiede a ognuno di loro di concentrarsi sulle proprie attività, di restare compatti, evitando divisioni e fughe con la stampa. Ma soprattutto al suo fianco c’è Davide Casaleggio. “è una meraviglia”, ha esclamato il fondatore del Movimento. Qualche giorno fa Grillo, dalla kermesse di Palermo, si è caricato di nuovo sulle spalle il Movimento come ‘capo politico’. “Nessun passo di lato, resto capo politico a tempo pieno“, ha spiegato. Fonti parlamentari dei 5 stelle leggono però proprio nell’arrivo di Casaleggio la novità del viaggio romano di Grillo. Per lavorare a un rilancio M5s che passi innanzitutto con il ritorno alle origini assembleari del Movimento e non tramite Direttorio, l’organismo dirigenziale di fatto già esautorato. “Grillo ora sta compattando il movimento, serrando i ranghi ma prima o poi sarà Davide a fare un passo avanti”, spiegano le stesse fonti. Al momento infatti il figlio del guru M5s sta ricoprendo un ruolo più ‘tecnico’, di raccordo tra i parlamentari e il sistema Rosseau che raccoglierà le iniziative legislative del Movimento. Al momento, nei vari incontri di Grillo la questione Roma non sarebbe stata affrontata.

Oggi l’assessore all’Ambiente del Campidoglio, Paola Muraro, ha ribadito di avere il pieno sostegno della sindaca di Roma Raggi. Nonostante i malumori tra i pentastellati al momento la linea – riferiscono fonti M5s – sarebbe quella di aspettare l’eventuale avviso di garanzia nei confronti dell’assessore. Solo dopo verrà presa una decisione sulla vicenda. Intanto Grillo celebra oggi il compleanno del Movimento 5 stelle: “era infatti il giorno di San Francesco del 2009 quando insieme a Gianroberto presentammo il programma delle 5 Stelle al teatro Smeraldo a Milano. Tante cose sono successe da allora. Abbiamo raggiunto risultati straordinari. Allora ci chiamavano ‘altri’ nei sondaggi, non eravamo neppure considerati. Poi hanno iniziato a prenderci sul serio. I primi sindaci – ricorda Grillo – la Sicilia, le elezioni del 2013 come forza politica più votata, Italia 5 Stelle, la marcia per il Reddito di Cittadinanza, i sindaci di Roma e Torino che Gianroberto non ha fatto in tempo a vedere. Oggi siamo qui piu’ forti e uniti che mai. Determinati ad andare avanti per proporre la nostra idea di Paese. Oggi è il giorno di farci gli auguri e di festeggiare. Tanto abbiamo ottenuto e tanto faremo per l’Italia”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.