TwitterFacebookGoogle+

Guerra tra clan camorra, 23 arresti nel Napoletano

Napoli – Blitz dei carabinieri nel Napoletano contro due clan rivali che da anni sono in contrasto per la gestione degli affari illeciti a Ercolano, nella zona Vesuviana. Indagini, coordinate dalla Direzione investigativa antimafia, hanno portato a 23 misure cautelari, 9 delle quali a carico di indagati gia’ detenuti; i provvedimenti restrittivi riguardano 16 tra elementi di spicco e affiliati del cartello Ascione-Papale e 7 della cosca Iacomino-Birra. Le ipotesi di reato contestate vanno dall’associazione a delinquere di stampo mafioso, all’estorsione, al sequestro di persona, alla detenzione illegale di armi e munizioni anche da guerra, reati aggravati dalla fianlita’ mafiosa.

Le indagini sono partite nel 2014, e si basano su intercettazioni, anche video e anche di colloqui in carcere di detenuti, su sequestri di armi e su dichiarazioni di pentiti, tra cui Antonella Madonna, arrestata il 5 dicembre 2012, moglie del boss detenuto al 41 biss Natale Dantese e a sua volta reggente del clan Ascione-Papale (di cui sono destinatari di misura cautelare 18 indagati e non 16, come appreso in precedenza, mentre sono 5 e non 7 gli indagati nei Iacomino-Birra, ndr.). Nel mirino dei pm antimafia, la ‘guerra’ tra clan tra 2009 e 2014, e in particolare le estorsioni degli Acione-Papale a una paninoteca e a un centro scommesse di Ercolano e una rapina a una ditta per la lavorazione di pellami e stoffe ‘amica’ dei Birra-Iacomino. Tra i sequestri, spiccano quello il 6 agosto 2014 di 6 pistole e quello del 27 gennaio 2009 di diverse armi tra cui un mitra AK-47 e uno MP-40 nonche’ due ordigni bellici modello F1. Proprio per recuperare un arsenale della cosca e per evitarne il sequestro da parte delle forze dell’ordine, affiliati esercitarono una costrizione fisica nei confronti del padre di Antonella Madonna. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.