TwitterFacebookGoogle+

Hezbollah attacca convoglio Israele, uccisi 2 soldati

(AGI) – Gerusalemme, 28 gen. – Torna alta la tensione al confine tra Israele e Libano dopo che un veicolo militare israeliano e’ stato colpito da un missile anti-carro. Nell’attacco sono morti due soldati israeliani e un casco blu spagnolo, mentre sono almeno sette i militari rimasti feriti, nessuno dei quali e’ in pericolo di vita. L’esercito israeliano avrebbe chiesto ai caschi blu spagnoli schierati nella zona meridionale del Libano di non lasciare le loro basi. La rappresaglia israeliana non si e’ fatta attendere: l’artiglieria di Tel Aviv ha sparato otto colpi verso il sud del Libano. Prosegue quindi l’escalation con Hezbollah innescata dal raid israeliano del 18 gennaio in Siria contro un convoglio dei miliziani sciiti libanesi alleati del regime di Bashar al-Assad, in cui era morto anche un generale dei Pasdaran iraniani. Nella notte jet israeliani avevano colpito postazioni dell’esercito siriano sulle alture del Golan in risposta al lancio di due razzi dal territorio siriano. Il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, ha minacciato di rispondere con la forza alla luce dell’attacco lanciato da Hezbollah. “A quelli che vogliono sfidarci al nord, suggerisco di guardare cosa e’ successo nella Striscia di Gaza”, ha affermato il leader israeliano, indicando l’operazione Protective Edge lanciata questa estate contro l’enclave palestinese che ha fatto migliaia di morti tra i civili. “L’esercito e’ pronto ad agire con la forza su qualunque fronte”, ha avvertito Netanyhau. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.