TwitterFacebookGoogle+

Hillary Clinton avanti nei sondaggi, staff Donald Trump ammette: "Stiamo indietro"

Roma – Dopo le ennesime accuse di molestie sessuali rivolte a Donald Trump, i sondaggi danno quasi per scontata la vittoria di Hillary Clinton alle elezioni presidenziali Usa del prossimo 8 novembre. “Siamo indietro ma non è ancora finita”, ha ‘confessato’ la responsabile della campagna elettorale del candidato repubblicano, Kellyanne Conway che ha inoltre rivelato le intenzioni del candidato del Grand Old Party (Gop) di investire soprattutto negli stati che si considerano ‘chiave’ per vincere le elezioni, tra cui Florida, Ohio, Iowa, Carolina del Nord e Nevada. “Sappiamo che possiamo sempre farcela”, ha aggiunto.

Regole e procedure per le presidenziali

Intanto i sondaggi parlano di un distacco notevole di Clinton, che sarebbe in vantaggio di 12 punti su Trump, 50% a 38%. La rilevazione, fatta da Abc, mostra che la distanza tra la democratica e il repubblicano sale tra le donne a 20 punti, 55% a 35%. Il candidato del Gop, in vantaggio di 4% tra gli elettori bianchi, 47% a 43%. Nel corso di un evento elettorale in Florida, il magnate ha assicurato che con lui alla Casa Bianca “il terrorismo islamico resterà fuori dal Paese” e ha ribadito il proposito di una stretta sull’immigrazione. A Las Vegas invece era di scena Barack Obama, a sostegno della candidata democratica. Il presidente Usa ha ribadito che l’America “non può permettersi” di avere Donald Trump alla Casa Bianca. Nel corso del comizio, Obama ha anche scherzato riferendosi agli apprezzamenti che Trump ha rivolto a Vladimir Putin e affermando che il candidato repubblicano e il presidente russo “hanno una storia d’amore”.

Cinque cose da sapere sulle sulle elezioni presidenziali Usa – Video

Contro Donald Trump spuntano nuove accuse rivolte da una donna, in questo caso da un’attrice porno: Jessica Drake, sostiene che le furono proposti 10 mila dollari per una prestazione sessuale. La giovane, durante una conferenza stampa a Los Angeles assieme all’avvocato Gloria Allred, esperta di cause di discriminazione nei confronti delle donne, ha raccontato di avere incontrato Trump in California, nel 2006 durante una gara di golf.

Tutte le donne che accusano Trump, dalla manager alle reginette di bellezza

Il candidato repubblicano l’avrebbe invitata a raggiungerlo nella sua camera d’albergo, appuntamento al quale lei si sarebbe presentata assieme ad altre due donne. Il candidato del Gop le aveva accolte in pigiama e abbracciate “in maniera decisa” senza “chiedere il permesso”. Drake a quel punto avrebbe lasciato la camera, ma il magnate l’avrebbe richiamata per chiederle “quanto vuoi?”. Dopo il suo rifiuto la Drake avrebbe ricevuto un’offerta di 10 mila dollari e la possibilità di utilizzare il jet privato del candidato repubblicano per rientrare a Los Angeles. Storia “ridicola e completamente falsa”, ha ribattuto la campagna di Trump. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.