TwitterFacebookGoogle+

Honk Kong, all'asta diamante blu da 30 milioni di dollari

(AGI) – Hong Kong, 11 mar. – “De Beers Millennium Jewel 4”, e’ questo il nome del diamante blu di 10,10 carati che potrebbe battere il record asiatico di gioielli venduti all’asta in Asia. La britannica Sotheby’s punta a venderlo per una una cifra compresa tra i 30 e i 35 milioni di dollari. L’asta si terra’ il 5 aprile a Honk Ong, in barba al rallentamento dell’economia cinese registrato negli ultimi mesi. “Certamente vi e’ una preoccupazione generale nei confronti del caso cinese” ha affermato il vicepresidente per l’Asia della casa d’aste Quek Chin Yeow, riferendosi alla peggiore performance sui mercati dell’ultimo quarto di secolo della sua storia della seconda potenza economica del mondo.
Ma, ha aggiunto il vicepresidente, la vendita di preziosi sembra essere completamente immune dalla crisi. “E’ la rarita’ di questi oggetti meravigliosi ad alimentarne la forte richiesta da parte di tutto il mondo”, ha poi continuato Quek, evidenziando come la scelta di tenere l’asta a Hong Kong, punto nevralgico del continente, testimonia la fiducia nei confronti del mercato asiatico.
Il diamante, leggermente piu’ grande di una mandorla, proviene dalla miniera di Cullinan in Sudafrica e fu una delle 12 pietre preziose esposta al “Millenium Dome” di Londra durante una manifestazione ricca di attrazioni per celebrare l’anno 2000. “Al mondo restano solo una dozzina di diamanti di un blu cosi’ intenso e vivido, che superano i 10 carati, per questo motivo essi sono estremamente rari”, ha assicurato Yeow.
L’ultimo record registrato a Hong Kong per la vendita di un diamante risale al 2013, quando venne battuta la cifra di 30,6 milioni di dollari per un diamante bianco da 118 carati.
Cinque mesi in un’altra asta a Ginevra, un magnate di Hong Kong, Joseph Lau Luen-hungs, si aggiudico’ per 48 milioni di dollari il Blue Moon, un’altra pietra rara, da 12.03 carati ribattezzata dal miliardario con il nome della figlia di 7 anni “Blue Moon di Josephine”. Lau si era aggiudicato per circa 29 milioni di dollari anche un diamante rosa da 16,08 carati ribattezzato “Sweet Josephine”. Lau, chairman del gruppo immobiliare Chinese Estates, quinto uomo piu’ ricco di Hong Kong, due anni fa fu giudicato colpevole di corruzione e riciclaggio e condannato a 5 anni di carcere per la vendita di un terreno a Macao, l’ex colonia portoghese capitale del gioco d’azzardo. (AGI)

Red/Zec
Red/Zec

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.