TwitterFacebookGoogle+

I bambini della scuola materna contesi tra il parroco e il Comune

20141001_7229888 ROVIGO – Lasciate che i bimbi vengano a me. Anche se più che lasciare, pare quasi che vengano tirati per le maniche di qua e di là.Tutto ciò per la guerra giudiziaria che è aperta nel capoluogo e che vedrà l’udienza davanti al Tar del Veneto il 9 ottobre per esaminare intanto la richiesta di sospensiva avanzata dalla Fism, la federazione delle scuole materne private, sulla carta nei confronti del ministero dell’Istruzione per via dell’autorizzazione data, ma in realtà a essere nel mirino è il Comune.

Nodo del ricorso depositato dalla Fism è l’apertura della scuola materna comunale di Buso. Da questo settembre è partita una sezione di scuola dell’infanzia, con la capacità di ospitare 25 bambini, e con all’orizzonte l’obiettivo di aprire un nido integrato per bambini dai 12 ai 36 mesi. A Buso, però, c’è anche la scuola materna privata Anime sante, che è della parrocchia, ed è facile intuire come si sia creata concorrenza. Più aule che piccoli utenti, insomma.

http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=932183&sez=NORDEST&ssez=ROVIGO

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.