TwitterFacebookGoogle+

“I giornalisti sono diavoli”, replica dell’Assostampa: “Parole sconcertanti”

ginex-2 “I giornalisti sono diavoli”: replica dell’Assostampa: “Parole sconcertanti”
La risposta dei cronisti alle parole del prete carmelitano è affidata a una nota di Roberto Ginex, segretario provinciale Assostampa Palermo, sindacato unitario dei giornalisti: “Un sacerdote non può accostarci ai mafiosi.

Sorprendono le dichiarazione di padre Leta, priore dei Carmelitani di Palermo, che intervenendo sul caso della processione di Ballarò, tira in ballo i cronisti palermitani nei quali, a suo dire, “fa breccia il diavolo che si allunga anche dentro i giornalisti che sono disposti a fare scoop a qualsiasi costo”. Lo afferma Roberto Ginex, segretario provinciale Assostampa Palermo, sindacato unitario dei giornalisti.

“Riteniamo queste parole semplicemente sconcertanti – prosegue Ginex – soprattutto quando ad affermarle è un sacerdote che non si può permettere di accostare i giornalisti che operano con correttezza, scrupolo e spirito di sacrificio ai mafiosi, e men che mai al diavolo. Certo – aggiunge Ginex – comprendiamo il grande imbarazzo della comunità religiosa palermitana, chiamata in causa per presunti rapporti equivoci con gli ambienti mafiosi e auspichiamo un dialogo sereno e costruttivo tra le forze sociali ed ecclesiali della città affinché possa essere raggiunto l’obiettivo che dovrebbe accomunare tutti, cioè la liberazione di Palermo dalla mafia e dalla mentalità mafiosa

http://www.palermotoday.it/cronaca/processione-ballaro-madonna-inchino-polemica-chiesa-giornalisti.html

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.