TwitterFacebookGoogle+

I precari dell'Istat si sono impadroniti dell'account Twitter dell'istituto 

Un gruppo di lavoratori precari dell’Istat hanno hackerato l’account Twitter dell’istituto di ricerca. Quello ufficiale, e hanno cominciato a twittare dei messaggi ai membri del governo. Il primo ministro Gentiloni, e i ministri Madia, Finocchiaro, l’account ufficiale dei democratici e quello di tv e giornali italiano.

Si tratta probabilmente della prima forma di protesta di questo tipo in Itralia. Un gruppo, si legge nei tweet, composto da 300 lavorator che si lamenta della mancata approvazione al Senato dell’emendamento “milleproroghe” che gli avrebbe stabilizzati sul lavoro. Bocciato due volte, i motivi dell’hackeraggio è che il 14 il consiglio dei ministri dovrà dare il proprio parere sulla questione.

Dalle 14,30 alle 15,40 il nostro account non è stato utilizzato per finalità istituzionali. Da ora riprende l’attività ordinaria #istat

— Istat (@istat_it) 10 febbraio 2017

I tweet sono stati cancellati dall’account ufficiale dell’Istat, i precari però ne hanno uno loro e una pagina Facebook dove aggiornano delle loro iniziative. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.