TwitterFacebookGoogle+

I tassisti spagnoli decidono per lo sciopero ad oltranza contro Uber. Caos a Barcellona

I tassisti a Barcellona, sul piede di guerra per la concessione di licenze per veicoli con conducente (Vtc) per servizi come Uber, hanno deciso stamane di continuare a oltranza lo sciopero e i blocchi che stanno causando il caos in città e sull’autostrada per l’aeroporto. La decisione è stata presa al termine di una assemblea e lo sciopero continuerà fino a che il governo non limiterà la concessione delle licenze.

Centinaia di tassisti hanno trascorso la notte all’interno dei propri veicoli in strada sulla Gran Via e su altre strade del capoluogo catalano e assicurano che l’adesione alla protesta e’ del 100 per cento e che le autovetture mobilitate sono 4.400. I tassisti hanno anche lanciato un appello affinché la protesta coinvolga anche le altre città spagnole e hanno già ricevuto riscontro positivo dai colleghi di Madrid. A questi si aggiungeranno nelle prossime ore 300 tassisti di Siviglia. attesi a Barcellona. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.