TwitterFacebookGoogle+

Ictus: persone affette da emicrania con aura più a rischio

Washington – Coloro che soffrono di attacchi di emicrana con aura, caratterizzata da formicolii al braccio o alla mano dal lato del dolore o alterazioni visive, hanno più del doppio delle probabilità di subire un ictus a causa di un coagulo di sangue. Non c’è invece alcuna associazione significativa tra emicrania con aura e ictus ischemico. Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori dell’Università della California in uno studio presentato all’International Stroke Conference dell’American Stroke Association. E’ già noto che le emicranie possono alterare i vasi sanguigni del cervello. Nello studio 13mila pazienti sono stati seguiti per 25 anni.

Dai risultati è emerso che coloro che soffrono di emicrania con aura hanno circa tre volte più probabilità di avere un ictus cardioembolico, un tipo di ictus ischemico causato da un coagulo che si froma nel cuore, si muove e viaggia fino al cervello. Inoltre, chi soffre di emicrania con aura ha anche due volte più probabilità di subire un ictus trombotico, in cui un coagulo si sviluppa in un vaso sanguigno intasato che trasporta il sangue al cervello. Questo significa, secondo i ricercatori, che l’emicrania colpisce ache i vasi sanguigni del cuore e del collo e sarebbe per questo che si e’ piu’ a rischio di subire questi particolari sottotipi di ictus. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.