TwitterFacebookGoogle+

Il boia di Charleston confessa "Volevo una guerra razziale"

(AGI) – Roma, 19 giu. – Il 21 enne Dylan Roof ha confessato la strage nella chiesa di Charleston, in South Carolina, spiegando che voleva scatenare “una guerra razziale”: lo ha riferito la Cnn. Il giovane era stato arrestato giovedi’ in North Carolina, poche ore dopo il massacro di nove afroamericani. Secondo due funzionari di polizia citati dalla Cnn, Dylann Roof ha ammesso di aver sparato e ucciso nove persone nella chiesa metodista Emanuel African. Inoltre ha riferito di aver comprato lui stesso in un negozio, nell’aprile scorso, la pista calibro 45 usata per la strage. In precedenza altre fonti avevano riferito che la pistola Glock gli fosse stata regalata dal padre per il suo compleanno. Roof e’ stato trasferito in aereo dal North Carolina ed e’ ora rinchiuso nel carcere di Charleston. Alcune foro lo mostrano mentre viene fatto entrare in aereo con la tipica divisa a strisce orizzontali bianche e nere dei detenuti. (AGI) .

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.