TwitterFacebookGoogle+

IL CARDINALE SCOLA ELEGGE UN CORROTTO E UN CORRUTTORE

Gianni Letta nuovo membro dell’Istituto Toniolo, il colpo di mano del Card. Scola. La notizia è uscita venerdì scorso con grande ritardo e sulla stampa laica, nulla ci risulta sulla stampa cattolica. Il Card. Scola ha portato a buon fine una operazione ecclesiastica che ha dell’incredibile se non fosse vera perché leggibile online sul sito dell’Istituto Toniolo, che è il “padrone” dell’Università Cattolica, come tutti sanno. > > Scola ha fatto cooptare nel Comitato d’indirizzo ( il Consiglio d’amministrazione) dell’Istituto il notissimo Gianni Letta, coinvolto fino al collo in vent’anni di gestione della destra italiana, quella berlusconiana, pagana nei contenuti e nei metodi dell’azione politica, ma ostentatamente “cristiana” nel servilismo a Ruini e al Vaticano. Nessun pudore! Dopo il conclave l’arcivescovo di Milano non ha più prudenze. I discorsi che egli fa, per esempio, sul “meticciato” tra le culture sono il fumo per la platea, l’arrosto è un altro. Insieme a Letta sono arrivati il Presidente del Banco Popolare Carlo Fratta Pasini ed Eugenia Scabini, entrambi vicini a Comunione e Liberazione. > > Già c’erano Dino Boffo , Lorenzo Ornaghi e Cesare Mirabelli. Bella compagnia! tutti dell’area e dell’epoca di Ruini. Una volta nel Toniolo c’erano Scalfaro, il Card. Martini, il Card. Tettamanzi, Siro Lombardini……Papa Francesco è di Roma, a Milano è out. Scola si arrocca in una struttura potente, certamente non evangelica. E non sarà, alla lunga, un autogoal per lo stesso Toniolo, l’Università Cattolica e Scola?  Milano 28 gennaio 2014 Vittorio Bellavite, coordinatore nazionale di Noi Siamo Chiesa

Original Article >> http://donfrancobarbero.blogspot.com/2014/01/il-cardinale-scola-elegge-un-corrotto-e.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.