TwitterFacebookGoogle+

Il cuore logistico per gli aiuti a Rieti, ora si apre la fase più mirata

Roma – Per l’assistenza logistica ai terremotati si sta chiudendo la fase dell’immediata emergenza, con i magazzini ormai pieni di cibo e vestiti, e se ne apre un’altra, “non meno impegnativa: gestire questa enorme quantità di roba in modo mirato, dal vestito che viene di una certa misura al medicinale preciso che serve ad aiutare chi è in tenda”. è questo il messaggio che arriva dal “cuore” operativo della logistica che a Rieti sta coordinando dai primi minuti dopo il terremoto del 24 agosto la macchina dei soccorsi per le aree colpite dal sisma, in particolare Amatrice ed Accumoli.

Reportage da Amatrice: militari preparati a drammi ma non invulnerabili

La struttura è l’ASM (Ambiente, salute e mobilità),che è l’azienda che insieme al Comune di Rieti si è attivata per “venire incontro alle prime esigenze sanitarie della popolazione e per supportare la cittadinanza nella raccolta dei beni di prima necessità”. “Ci si deve preparare ai prossimi mesi evitando flussi indiscriminati di materiale che se non finalizzati non aiutano concretamente le persone, anzi intasano le strutture di solidarietà”, spiega all’Agi, il direttore di Asm, Michele Bernardini.

“Subito fin dalle prime ore – sottolinea Bernardini – con il progetto ‘Dona un farmaco’, forte del fatto che abbiamo la responsabilità come azienda delle farmacie comunali, abbiamo raccolto medicinali direttamente dai cittadini di Rieti e le abbiamo consegnate”. Lo sforzo della popolazione è stato assolutamente “generoso” e il personale di Asm ha potuto cosi’ far giungere “i primi beni di conforto, che sono stati farmaci (bende, antidolorifici o medicinali particolari che ci venivano richiesti) per affrontare la prima fase.

Dopo i primi due giorni in cui avevamo raggiunto i luoghi del sisma con macchine per le consegne, ricorda Bernardini, “c’è stato il problema di far arrivare medicinali ed aiuti con l’ausilio della Forestale, dei carabinieri, della Misericordia con gli elicotteri in quanto erano crollati dei ponti e delle strade erano non praticabili. Ma tutto è andato bene, ce l’abbiamo fatta”. Inoltre è stato risolto il problema che serviva per dare i farmaci agli sfollati “un farmacista e c’era ad Amatrice, ma mancava ad Accumoli. Anche questo è stato superato con uno sforzo organizzativo”. Il personale di Asm Rieti – sottolinea il direttore Bernardini – “coinvolto in questi giorni ha offerto la propria prestazione a titolo volontario. è stata una gara meravigliosa ad aiutare chi ha sofferto. I magazzini sono ora pieni di cibo, vestiti ed abbiamo davanti una nuova fase, non memo impegnativa: gestire questa enorme quantità di roba in modo mirato: dal vestito che ora ci viene richiesto di quella misura al medicinale preciso che serve ad aiutare chi è in tenda. Ci si deve preparare ai prossimi mesi evitando flussi indiscriminati di materiale che se non finalizzati non aiutano concretamente le persone, anzi intasano le strutture di solidarietà”.

Asm Rieti sta inoltre catalogando i farmaci arrivati dai centri raccolta da tutta la Penisola per evitare che vengano dispersi. Sarà consegnato un inventario alla Asl di Rieti in modo da costituire un magazzino per future necessità. In questa fase molto importante è l’utilizzo delle strutture del Cotral per catalogare il flusso di aiuti inviati da tutta l’Italia, oltre che da Rieti. “Il nostro impegno – conclude Bernardini – “è di fronteggiare le fasi successive, in quanto i nostri terremotati hanno esigenze mirate e richieste di aiuto specifiche”. (AGI)
 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.