TwitterFacebookGoogle+

Il Giornale regala Mein Kampf. Renzi insorge "squallido"

Roma – “Trovo squallido che un quotidiano italiano regali oggi il Mein Kampf di Hitler. Il mio abbraccio affettuoso alla comunita’ ebraica #maipiu'”. Anche Matteo Renzi scende in campo con un messaggio su Twitter per protestare contro l’iniziativa de Il Giornale che oggi regala, in allegato, il manifesto politico di Adolf Hitler. Una iniziativa che ha suscitato diverse polemiche, soprattutto nella comunita’ ebraica italiana, che gia’ ieri sera – per bocca del presidente dell’Unione delle Comunita’ ebraiche italiane, Renzo Gattegna – l’aveva stigmatizzata come “indecente”. 

Oggi, oltre al premier, e’ Ettore Rosato, presidente dei deputati del Pd, a esprimere l’indignazione del dem. “Il Giornale regala Mein Kampf di Hitler. Vergognosa operazione elettorale, senza pudore, senza rispetto. #maipiu'”, ha scritto su Twitter.

“Esiste un disegno obbrobrioso e preciso a Milano e nel resto d’Italia, che mira a portare a votare contro i candidati del Pd tutto l’estremismo neo nazista e neo fascista che si puo’ raccogliere. Per questo oggi il Giornale di Sallusti decide di pubblicare la summa ideologica del nazismo di Adolf Hitler, il Mein Kampf”, ha dichiarato Emanuele Fiano, componente della segreteria del Pd. “In qualsiasi altro paese d’Europa questa operazione sarebbe stata considerata un’offesa insanabile alla democrazia antifascista, se non addirittura un reato. A Milano il Giornale, il principale organo di stampa a sostegno della campagna di Stefano Parisi, guarda caso proprio nei giorni del ballottaggio, sceglie di arruolare a sostegno del proprio candidato anche l’estremismo piu’ impresentabile. Faccio appello a tutte le coscienze libere e democratiche del nostro paese e alle comunita’ ebraiche perche’ questa vergognosa operazione non passi sotto silenzio”.

“Il silenzio di Parisi sull’iniziativa del Giornale e’ quasi piu’ grave della pessima trovata del quotidiano – ha commentato Elisabetta Strada, della lista ‘Beppe Sala – Noi, Milano – Evidentemente il candidato di cento destra avalla il reclutamento estremista pur di arrivare a sedersi a Palazzo Marino”.

Ieri a esprimere sorpresa era stata la stessa ambasciata israeliana a Roma.  “Siamo sorpresi. Se ce lo avessero chiesto, avremmo potuto consigliare libri molto piu’ adeguati per capire la Shoah”, era trapelato da fonti della missione diplomatica. Mentre il numero uno dell’Ucei, Gattegna, aveva attaccato: “La distribuzione gratuita nelle edicole del Mein Kampf rappresenta un fatto squallido, lontano anni luce da qualsiasi logica di studio e approfondimento della Shoah e dei diversi fattori che portarono l’umanita’ intera a sprofondare in un baratro senza fine di odio, morte e violenza. Bisogna dirlo con chiarezza: l’operazione del Giornale e’ indecente”.

In un editoriale su Il Giornale lo storico Francesco Perfetti spiega il senso dell’iniziativa, sottolineando come sia necessario “conoscere per rifiutare”. “Proprio come antidoto alle tossine ideologiche presenti in quell’opera appare, oggi, utile, se non addirittura necessaria, una lettura meditata e non solo come documento storico del Mein Kampf “, spiega. “Solo una lettura sistematica effettuata con spirito critico può operare da contravveleno nei confronti di una costruzione teorica demagogica e tuttora pericolosa e, al tempo stesso, può consentire una spiegazione storica degli avvenimenti drammatici che hanno insanguinato l’ultimo scorcio della prima metà del secolo decimonono”. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.