TwitterFacebookGoogle+

Il killer di Dallas ha scritto col sangue "R.B."

Washington – L’afroamericano Micah Xavier Johnson, il killer che ha ucciso giovedi’ scorso 5 agenti e ne ha feriti altri 7, mentre era asserragliato nell’edificio El Centro di Dallas ha scritto con il suo stesso sangue due lettere misteriose, “R.B”. Lo ha riferito il capo della polizia della cita’ texana, David Brown, sottolineando che “gli investigatori stanno cercando di scoprire cosa significhino quelle due iniziali”. Johnson puntava ad eliminare il maggior numero di agenti bianchi in risposta all’uccisione di due neri ad opera di poliziotti e secondo quanto riferito oggi da Brown, stava preparando altri attacchi e anche attentati dinamitardi: a casa sua e’ stato trovato esplosivo.

Oltre 200 persone sono state arrestate nel corso della notte negli Stati Uniti in una nuova ondata di proteste contro la violenza usata dalla polizia verso i neri. La maggioranza delle manifestazioni, ispirate dal movimento ‘Black Lives Matter’, e’ stata pacifica. Ma a Saint Paul in Minnesota, dove nei giorni scorsi era stato ucciso l’afroamericano Philando Castile (il video della sua uccisione ad opera di un agente di origine asiatiche ha fatto il giro del mondo),la manifestazione e’ degenerata in scontri che hanno portato al fermo di 102 persone che avevano, tra l’altro, occupata l’arteria Interstate 94. Cinque poliziotti sono rimasti feriti nel lancio di petardi, bottiglie di vetro e mattoni da parte dei manifestanti che hanno forzato il cordone di sicurezza.

L’altro fronte caldo e’ stato Baton Rouge in Louisiana, teatro dell’altra uccisione di un afromericano, Alton Sterling, da parte di due agenti che lo avevano bloccato a terra. Oltre 100 persone sono state arrestate e tra queste anche l’ex candidato sindaco a Baltimora, Deray McKesson, esponente di spicco di Black Lives Matter. Proteste anche a Detroit e a San Francisco dove e’ stata bloccata la rampa del Bay Bridge. A Denver dove gli attivisti hanno dato il via a un sit-in di 135 ore, una per ogni afroamericano ucciso dalla polizia quest’anno. Secondo quanto riferisce la Cnn, tre persone sono state arrestate durante le proteste nel centro di Chicago. Manifestazioni sono state organizzate in molte altre citta’, tra cui Washington, New York (dove sono state arrestate 74persone) Atlanta, Miami e Fort Lauderdale, in Florida. Nella capitale circa 400 persone hanno marciato pacificamente per il terzo giorno consecutivo nel quartiere di Georgetown. Ad Atlanta un gruppo di manifestanti si e’ scontrato con la polizia nei pressi delle Interstate 75 e 85, per poi muovere verso il distretto finanziario di Midtown. A Miami i dimostranti hanno bloccato l’Interstate 395, chiusa dalla polizia per un breve lasso di tempo. Bloccate dai manifestanti anche alcune rampe di accesso alle autostrade a San Francisco ea Fresno, in California. 

Barack Obama sara’ a Dallas martedi’ per intervenire ad una cerimonia interconfessionale in memoria dei 5 agenti di polizia uccisi fa Johnson. Josh Earnest, portavoce della Casa Bianca, ha chiarito che il presidente “interverra’ e prendera’ la parola alla cerimonia al Morton H. Meyerson Symphony Center”. Obama per causa della strage, che malgrado le sue rassicurazione, ha ulteriormente acuito la divisione tra bianchi e neri negli Usa, ha dovuto abbreviare la sua ultima missione in Europa. Dopo aver partecipato al vertice Nato a Varsavia oggi e’ stato in Spagna da dove partira’ alla volta di Washington. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.