TwitterFacebookGoogle+

Il killer di Facebook si è suicidato

Il ‘killer di Facebok’ si è ucciso. Steve Stephens, inseguito dagli agenti che lo avevano localizzato nella Contea di Erie, in Pennsylvania, si è sparato quando si è scoperto circondato. La notizia è stata data dalla polizia della Pennsylvania in un tweet. In Ohio Stephens aveva ucciso un anziano trasmettendo il delitto in diretta su Facebook.

Steve Stephens was spotted this morning by PSP members in Erie County. After a brief pursuit, Stephens shot and killed himself.

— PA State Police (@PAStatePolice) 18 aprile 2017

Dopo l’omicidio compiuto in strada a Cleveland si era scatenata una caccia all’uomo . Stephens, disperato per la fine di una storia d’amore e per aver perso tutto quello che aveva al gioco, aveva costretto al vittima a pronunciare il nome della ex prima di sparare.

 

Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev – Agi

 

Leggi anche: Noi, Facebook e la morte in diretta – di Riccardo Luna

Robert Godwin, 74 anni, padre di nove figli e nonno di 14 nipoti, aveva avuto la sventura di incrociare il folle intorno alle 14 mentre passeggiava tranquillamente nel quartiere di Glenville. Il video, intitolato ‘Massacro del giorno di Pasqua’, è stato ritirato da Facebook solo dopo due ore e un quarto, quando la pagina dell’assassino è stata chiusa.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.