TwitterFacebookGoogle+

Il medico che non cura gli ebrei

No ebreidi  Andrea Mollica  – 08/03/2014 – Un dottore greco simpatizzante di Alba Dorata ha esposto fuori dal suo studio un cartello che spiegava il rifiuto dei pazienti ebrei. 

«Fuori gli ebrei». Un terrificante ricordo del regime nazista è ricomparso in queste settimane in Grecia. Un dottore di Salonicco è stato condannato perché si rifiutava di curare paziente di origine ebraica, una violazione delle leggi anti razziali elleniche. Il medico, e difficilmente avrebbe potuto essere altrimenti, era un simpatizzante di Alba Dorata.

MEDICO CONTRO GLI EBREI – Un medico di 57 anni di Salonicco, Costas Kastaniotis, è stato condannato dalla giustizia ellenica a 16 mesi di prigione perché ha violato le leggi contro il razzismo della Grecia rifiutandosi di curare i pazienti ebrei. Il dottore è stato segnalato alle autorità dopo che aveva appeso fuori dal suo studio un cartello con l’agghiacciante scritta «Fuori gli ebrei». La polizia ha perquisito l’abitazione di Kastaniotis, recuperando molti oggetti di propaganda nazista e neonazista. Gli investigatori hanno scoperto come il medico fosse un simpatizzante di Alba Dorata, e, come da tradizione in quel partito, avesse in casa un discreto arsenale di armi illegali. Per questi reati è stato condannato a 16 mesi di carcere, 12 per l’infrazione delle leggi elleniche contro il razzismo, 4 per il possesso illegale di armi da fuoco.

DOTTORE NAZISTA – Costas Kastaniotis è stato condannato al pagamento di una multa da 2500 euro, ed è stato sospeso dalla sua professione per 3 anni. Il dottore ha comunque contestato le accuse facendo appello contro la condanna. I poliziotti gli hanno trovato in casa pugnali con simboli nazisti, così come una bandiera con la svastica, e materiale di propaganda di Alba Dorata. Kastaniotis ha detto di aver rimosso il cartello, scritto in tedesco, che invitava gli ebrei ad andarsene visto che non sarebbero stati ricevuti. Il medico ha spiegato come persone a lui ignote abbiano collocato quella scritta fuori dal suo studio, difendendosi però in modo non credibile per la corte di Salonicco. La seconda città greca ospitava prima della seconda guerra mondiale un’importante comunità ebraica, che però è stata cancellata dai nazisti.

http://www.giornalettismo.com/archives/1399347/il-medico-che-non-cura-gli-ebrei/

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.