TwitterFacebookGoogle+

Il Movimento 5 stelle a Ostia ha vinto anche grazie ai voti della sinistra

Il Movimento 5 Stelle porta a casa al ballottaggio il Municipio X di Roma, quello del litorale di Ostia, tornato al voto dopo due anni di commissariamento dell’ente per infiltrazioni mafiose, in seguito alle indagini sul ‘Mondo di Mezzo’. Giuliana Di Pillo si appresta ad aggiudicarsi la tornata elettorale con un risultato attorno al 60% delle preferenze: andrà ad aggiungersi agli altri 11 presidenti pentastellati, il Pd ne ha due – quelli del centro storico – mentre la Garbatella è gestita ad interim dalla sindaca Virginia Raggi.

Se dopo il primo turno la Di Pillo era in vantaggio di appena 2.300 preferenze sulla sfidante, Monica Picca di Fratelli d’Italia sostenuta da tutto il centrodestra, al ballottaggio il divario è cresciuto fino a sfiorare i 10 mila voti. Segno che, oltre all’elettorato pentastellato, che sul litorale ha uno dei suoi feudi, i voti di parte del Pd, di Mdp e della sinistra, esclusi dal ballottaggio, sono confluiti sulla candidata grillina.

Per contrastare le destre, visto il 9% di CasaPound al primo turno, o magari in ottica elettorale nazionale, parte del voto organizzato di sinistra si e’ trovata a sostenere la candidata M5S. Esce rafforzata dalla tornata elettorale anche la Raggi, perché si era parlato di Ostia come primo test alle urne per la sua giunta. Certo, i voti di lista per il Movimento ad Ostia sono 20 mila in meno delle comunali dello scorso anno ma la sindaca ha centrato l’obiettivo che si era prefissata.

Virginia Raggi ha passato sul litorale romano buona parte dell’ultimo mese, tra iniziative con la candidata ed annunci legali al territorio del Municipio X, ultimo la vecchia idea di rendere il Tevere navigabile fino al mare. L’attività della giunta, di fatto, nelle ultime settimane è stata tutta proiettata su Ostia ed una debacle alle urne avrebbe riacceso malumori sopiti a fatica nel Movimento per la sua gestione del Campidoglio.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.