TwitterFacebookGoogle+

Il Papa a Redipuglia per rendere omaggio ai caduti

Il memoriale di Redipuglia(©LaPresse) Il memoriale di Redipuglia

Redazione
Roma

Il Papa visiterà il Sacrario militare di Redipuglia (Gorizia) il 13 settembre, per un momento di commemorazione e preghiera al cimitero che nella stessa località isontina accoglie le spoglie di 14.550 salme dei caduti dell’esercito austroungarico. «Si fermerà per l’intera mattinata e farà ritorno nella sua casa in Vaticano intorno all’ora di pranzo», sottolinea il sito Il Sismografo, che pubblica il programma della visita che intende commemorare i caduti di tutti i conflitti nel centenario dello scoppio della prima guerra mondiale.

L’elicottero del Papa decollerà dall’aeroporto di Ciampino alle 8 di sabato 13 settembre e atterrerà all’aeroporto di Ronchi dei Legionari alle 8,50. La visita, poi, si articolerà in due momenti: immediatamente dopo l’atterraggio e lo scambio di saluti con le autorità presenti all’aeroporto, il Santo Padre si trasferirà in auto al Cimitero austroungarico di Fogliano di Redipuglia (9,15 ca.), dove entrerà da solo per raccogliersi in preghiera davanti al monumento centrale, grande tomba dove sono stati tumulati 7mila soldati ignoti. Sopra questa tomba una targa, bilingue, rende omaggio ai soldati morti per amore della loro patria.

Più tardi, dopo avere visitato il cimitero degli sconfitti, il Papa – intorno alle 9,30 – sempre in auto raggiungerà il Sacrario militare di Redipuglia, dove celebrerà la Messa per commemorare i caduti di tutti i conflitti nel centenario dello scoppio della “Grande Guerra”. Al Sacrario Francesco sarà accolto dall’arcivescovo Santo Marcianò, ordinario militare per l’Italia, il quale intorno alle 10 concelebrerà con il Pontefice, gli altri vescovi della Regione e i cappellani militari la messa presieduta dal Papa.

Successivamente Marcianò stesso rivolgerà al Santo Padre parole di ringraziamento e, ricevuti i saluti dei capi di Stato maggiore e dei comandanti generali, intorno alle 11,30 il Papa lascerà il Sacrario per raggiungere l’aeroporto di Ronchi dei Legionari. Congedatosi dalle autorità, l’elicottero decollerà alla volta di Roma alle 12. Francesco, che atterrerà a Ciampino, farà ritorno nella sua casa in Vaticano intorno alle 12,50.

 

Il 6 giugno scorso era stato lo stesso Francesco ad annunziare, durante l’udienza all’Arma dei Carabinieri in occasione del bicentenario della sua fondazione, che si sarebbe recato in visita al Sacrario di Redipuglia, «per pregare per i caduti di tutte le guerre. L’occasione è il centenario per l’enorme tragedia che è stata prima Guerra mondiale di cui ho sentito tante storie dolorose dalle labbra del mio nonno che l’ha fatta sul Piave».

Fonte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.