TwitterFacebookGoogle+

Il Papa abbraccia Kirill "ora tutto piu' facile"

dall’inviato Salvatore Izzo

L’Avana – Per mille anni mai un vescovo di Roma e un patriarca di Mosca si erano invontrati. Ed oggi si sono abbracciati in un luogo “neutro”, lontano dall’Europa dei conflitti intercristiani: Cuba, dove il primo – che e’ diretto in Messico – ha raggiunto il secondo che vi sta compiendo una visita pastorale. Il gesto di abbracciarsi che hanno compiuto pur non essendosi conosiciuti personalmente prima (mentre Kirill nel precedente incarico di responsabile delle relazioni estere del patriarcato russo aveva avuto modo di incontrare altri esponenti cattolici, compreso Ratzinger), richiama alla memoria un’altra prima volta: l’abbraccio di 50 anni fa a Gerusalemme tra Paolo VI e il patriarca ecumenico Atenagora.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.