TwitterFacebookGoogle+

Il Papa in Corea: Spero in relazioni con altri paesi dell’Asia

Il Papa in Corea: Spero in relazioni con altri paesi dell'AsiaHEMI (Corea del Sud) – “Spero fermamente che i Paesi del vostro Continente con i quali la Santa Sede non ha ancora una relazione piena, non esiteranno a promuovere un dialogo, a beneficio di tutti”. Papa Francesco lo ha detto ai vescovi dell’Asia riuniti nel santuario di Hemi, 90 chilometri a sud di Seul, luogo simbolo delle persecuzioni anticristiane.”Non mi riferisco – ha aggiunto il Papa a braccio – solo al dialogo politico, ma anche al dialogo umano e fraterno”. Le parole del Papa potrebbero essere applicate alla Corea del Nord, alla Cina e ad altri paesi dell’Asia orientale con cui la Santa Sede non ha relazioni diplomatiche. Non si dialoga “nascondendosi dietro risposte facili, frasi fatte, leggi e regolamenti”. Servono “empatia, accoglienza sincera, apertura di mente e cuore”, “se la nostra comunicazione non è un monologo”, ha detto il Papa.

Un modo con cui “il mondo minaccia la solidità e identità cristiana è la superficialità: la tendenza a giocherellare con le cose di moda, gli aggeggi e le distrazioni, piuttosto che dedicarci alle cose che realmente contano”, ha detto il Papa nel discorso ai vescovi asiatici, aggiungendo che “in una cultura che esalta l’effimero e offre numerosi luoghi di evasione e di fuga, ciò presenta un serio problema pastorale”.L’incontro con i vescovi asiatici, 68 presuli da 35 paesi, si è svolto nel santuario di Hemi, 90 chilometri a sud di Seul, uno dei luoghi simbolo delle persecuzioni anticristiane. L’identità della maggior parte dei 132 martiri torturati ed uccisi in questo luogo non è nota.

Prima di recarsi a Hemi il Papa ha battezzato Lee Ho Jin, padre di uno dei ragazzi morti nel naufragio del traghetto Sewol, nel quale lo scorso aprile sono morte 293 persone, e 10 disperse, in gran parte ragazzi della scuola superiore. Lee ha scelto di chiamarsi Francesco.

Argomenti:
Papa in Corea
viaggio del Papa in Corea
Protagonisti:
papa Francesco

Fonte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.