TwitterFacebookGoogle+

Il Papa revoca la sospensione del prete sandinista

Fu al governo con i sandinisti di Daniel Ortega per 11 anni: dal 1979 al 1990. Padre Miguel D’Escoto Brockmann – della congregazione di Maryknoll – venne per questo colpito da una sospensione a divinis. Come un altro sacerdote, Ernesto Cardenal. Come una serie di altri religiosi che in America latina condivisero i principi progressisti della teologia della liberazione. Erano gli anni in cui Giovanni Paolo II si opponeva duramente a questo movimento, anche attraverso una serie di processi canonici. E Miguel D’Escoto Brockmann – come tanti altri – ne fece le spese. Con la sospensione dal sacerdozio.

Oggi per lui, e forse anche per la Chiesa, arriva una svolta. Papa Francesco ha dato il suo assenso per la revoca della pena canonica inflitta al sacerdote nicaraguense. E’ stato il sacerdote, attraverso una lettera a Bergoglio, a manifestare il desiderio di “ritornare a celebrare l’eucarestia prima di morire”. E Francesco ha deciso di dire sì, lasciando al superiore generale dell’istituto il compito di “seguire il confratello nel processo di reintegrazione al ministero sacerdotale”.

Padre d’Escoto – che oggi ha 81 anni – aveva comunque accettato la sospensione. Pur rimanendo membro della propria società missionaria. Da qualche anno il sacerdote aveva abbandonato l’impegno politico che lo portò anche alle Nazioni Unite. Nel 2008 arrivò a presiedere la 63esima Assemblea permanente dell’Onu invocando una diversa politica israeliana nei confronti dei palestinesi.
Con la decisione di oggi, e con la futura e tanto attesa beatificazione di padre Oscar Romero – arcivescovo di San Salvador trucidato il 24 marzo 1980, mentre celebrava messa nella cappella di un ospedale – per la Chiesa potrebbe davvero aprirsi una nuova fase.””

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.