TwitterFacebookGoogle+

Il presunto attentatore di Scalise? Un socialista fan di Sanders

Da quanto riportano i media statunitensi, a sparare al deputato americano Steve Scalise sarebbe stato James T. Hodgkinson. Il suo profilo Facebook è stato in pochi minuti sommerso da migliaia di commenti all’ultimo post pubblicato, una petizione contro la costruzione del gasdotto Nexus che dovrebbe attraversare il Michigan e l’Ohio. La foto di copertina del presunto omicida è quella di Bernie Sanders, candidato alle primarie presidenziali per il partito Democratico, ed è accompagnata da uno slogan che riporta invece come foto del profilo: “Il socialismo spiegato in tre parole: Noi siamo il popolo”.

Le informazioni del profilo corrispondono a quelle fornite dalle autorità: Hodgkinson è ex titolare di una società di ispezioni di immobili e vive a Belleville, in Illinois. L’ultimo suo post è del 24 maggio scorso: riferisce che Hodgkinson ha firmato una petizione sulla politica energetica chiedendo di bloccare una conduttura di gas ottenuto dal fracking. Altri post hanno nel mirino Donald Trump, definito un “traditore”. La sua bacheca è diventata da minuti il punto di riferimento di commenti, tra insulti e approvazioni, riferiti alla sparatoria. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.