TwitterFacebookGoogle+

Il professor Conte perde quota per Palazzo Chigi? Cosa sta succedendo

Sembrava fatta, ora tutto torna in discussione. O almeno così pare, perchè da quando stamane il New York Times ha sollevato dubbi sulla bontà del curriculum presentato da Giuseppe Conte (università che non ricordano di averlo mai visto) le probabilità che il giurista vada ad occupare la poltrona di Presidente del Consiglio si sono fatte via via sempre più esili. Tanto che già si parla di una sostituzione con, nientemeno, Luigi Di Maio. Nonostante il patto stretto con Salvini, per cui nessuno dei due sarebbe divenuto premier.

Di Maio sarebbe “Un leader realmente politico, che andrebbe incontro alle aspettative del presidente Mattarella, che non ha mai fatto mistero di non gradire l’ipotesi di un governo politico ma guidato da un tecnico nel ruolo di mero esecutore. E che avrebbe come possibile compensazione la designazione di Giancarlo Giorgetti, braccio destro di Salvini, al ministero dell’Economia”, scrive il Corriere della Sera, “Soluzione, questa, che permetterebbe di lasciare alle spalle le polemiche per l’ipotetica nomina alla guida del Mef di Paolo Savona, giudicato dal Quirinale troppo anti-euro e, di conseguenza, non sufficientemente di garanzia per la Ue e per i partner internazionali”.

Giorgetti o Savona? Niente di definitivo, se La Stampa afferma che l’economista già di osservanza ciampiana rimarrebbe ad occupare la casella del Ministero dell’economia. Scrive il quotidiano di Torino che “la squadra di governo, a quanto risulta, sarebbe comunque completata mantenendo, allo stato, l’indicazione di Paolo Savona all’Economia”.

“Doveva essere una giornata di riflessione per Sergio Mattarella, all’insegna delle consultazioni al Quirinale con i presidenti di Camera e Senato, Fico e Casellati. È stato un giorno convulso, con le polemiche su Giuseppe Conte”, sottolinea La Repubblica, “A questo punto, in seno allo stesso Movimento, ci si augura che il rinvio dell’incarico a Conte possa nel frattempo far maturare le condizioni politiche per il via libera al capo politico”.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.