TwitterFacebookGoogle+

Il referendum divide la Gecia In strada 40mila per Si' e No

(AGI) – Atene, 3 lug. – Circa 40.000 manifestanti si sono piu’ o meno equamente divisi tra le due manifestazioni ad Atene, una in favore del ‘Si” e l’altra a sostegno del ‘No’ al referendum sull’accordo tra la Grecia e i creditori. Alla manifestazione a piazza Syntagma, contraria all’accordo, sta partecipando anche il premier Alexis Tsipras. In precedenza si erano registrati scontri tra la polizia e un gruppo di manifestanti vestiti di nero. I manifestanti favorevoli all’accordo si sono invece ritrovati davanti al vecchio stadio Olimpico. Tsipras, votate ‘No’ per vivere in Europa con dignita’ Un appello a votare ‘No’ al referendum di domenica prossima per restare in Europa e viverci con dignita’ e’ venuto dal primo ministro greco Alexis Tsipras nella manifestazione di piazza Syntagma, mentre Donald Tusk si e’ detto convinto che il referendum non riguardi la permanenza nell’euro. “Forse – spiega il presidente di turno del Consiglio europeo – dovremo abituarci a convivere con paesi membri dell’Eurozona in bancarotta”. Secondo Tusk, se i greci voteranno si’ “penso che questo consentira’ di aprire un capitolo nuovo nella negoziazione, probabilmente piu’ promettente di prima”. Se invece voteranno no “lo spazio di negoziazione ovviamente si ridurra’”. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.