TwitterFacebookGoogle+

Il sommergibile di Elon Musk è rimasto nella grotta, inutilizzato

Il mini sommergibile che gli ingegneri di Elon Musk avevano messo a disposizione per salvare i 12 piccoli calciatori intrappolati insieme al loro allenatore nella grotta di Tham Lang alla fine non è stato utilizzato per i soccorsi. E rimarrà nella cavità, qualora possa tornare utile in futuro. A spiegarlo, su Twitter, è lo stesso imprenditore sudafricano.

Just returned from Cave 3. Mini-sub is ready if needed. It is made of rocket parts & named Wild Boar after kids’ soccer team. Leaving here in case it may be useful in the future. Thailand is so beautiful. pic.twitter.com/EHNh8ydaTT

— Elon Musk (@elonmusk) 9 luglio 2018

L’apparecchio a misura di bambino, ribattezzato “Wild Boar” (cinghiale) in onore del nome della squadra, era stato costruito per estrarre i ragazzi, che non sapevano né immergersi né nuotare con l’abilità necessaria a uscire dalla grotta. I sommozzatori professionisti che hanno partecipato alle operazioni sono però riusciti, nei giorni precedenti il salvataggio, a insegnare loro come fare, rendendo inutile il ricorso al mezzo. L’offerta del patron di Tesla era stata quindi “educatamente” declinata dal coordinatore dei soccorsi. “Sebbene la sua tecnologia sia buona e sofisticata, non è pratica per questa missione”, aveva spiegato al Guardian il governatore di Chiang Rai, Narongsak Osatanakorn.

Il mezzo era stato descritto da Musk come “un piccolo sommergibile a misura di bambino, abbastanza leggero da essere trasportato da due sommozzatori, abbastanza piccolo da passare per cunicoli stretti ed estremamente robusto”. L’imprenditore si era messo a disposizione lo scorso venerdì, quando il destino dei ‘wild boars’ era ancora molto incerto, e si era recato personalmente in Thailandia. All’inizio Musk aveva proposto di creare “un tunnel d’aria sott’acqua​” utilizzando un lungo tubo e gonfiandolo di aria, perché i ragazzi potessero semplicemente camminarci attraverso. In seguito il suo team aveva iniziato a lavorare su “un tubo gonfiabile con camere d’equilibrio”. Dopodiché si era optato per il “Cinghiale”. Ma era già domenica, e la storia dei 12 piccoli calciatori stava già, per fortuna, volgendo a un lieto fine. Nondimeno, Musk rimane convinto della futura utilità del mezzo, che potrà essere utilizzato in futuro per soccorrere persone in altri “contesti pericolosi”. Per esempio, giura, potrebbe “funzionare come capsula di fuga nello spazio”.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.