TwitterFacebookGoogle+

Il Tribunale riconosce Satana. “Il divorzio? Lei è posseduta”

A Milano la sentenza tra imbarazzi e comportamenti inspiegabili. Per i medici non è pazza. I testimoni parlano di comportamenti sovrannaturali

Claudio Cartaldo – Ven, 07/04/2017 –

La colpa del divorzio è di Satana. A dirlo non è il Papa, un parroco o un esorcista.

Ma il Tribunale civile di Milano, che trovatosi a dover dirimere una causa per separazione di una devota coppia di ferventi cattolici, ha dovuto riconoscere che i comportamenti anomali della donna – motivo della rottura col marito – erano dovuti al demonio.

Per la precisione, in una imbarazzata sentenza, il giudice ha dovuto spiegare che la separazione non può essere addebitata alla donna che, sebbene si comportasse da tempo in maniera ossessiva, non “agisce consapevolmente”, ma “altrettanto chiaramente è ‘agìta’”. Da Belzebù.

L'”ossessione religiosa” della donna scatta nel 2007, quando inizia a comportasi in maniera inspiegabile. Il giudice le descrive come “devastanti comportamenti compulsivi” ascrivibili a “possessone demoniaca”. Come scrive il Corriere, “l’istruttoria raccoglie prove che in effetti ‘hanno sostanzialmente confermato la veridicità materiale’ dei ‘fenomeni inspiegabili’ narrati dal marito e confermati da molti fedeli, dal parroco, da un frate cappuccino”. Per esempio, la donna era solita cadere in “improvvisi irrigidimenti, convusioni corporee tanto forti da richiedere l’intervento di altre persone per placcarla. Non solo. Perché il demonio l’ha resa più di una volta il grado di sollevare con una mano solo una panca della chiesa e di scaraventarla contro l’altare. Non sarebbe normale per un uomo palestrato, figuriamoci per una donna esile come la protagonista di questa storia. Inoltre, la signora è stata vista come “sollevarsi in aria per poi ricadere con ‘proiezioni paraboliche’ a notevole distanza”.

La moglie non nasconde di essersi rivolta ad un “un monsignore esorcista della Diocesi di Milano” e la sorella conferma l’esistenza di “fenomeni esterni e non dipendenti dalla sua volontà” del tutto inspiegabili. Il frate cappuccino chiamato a testimoniare, infine, ha detto di essere “impressionato dai fenomeni ‘poltergeist’ che si verificavano sotto i suoi occhi”. Non nascondendo che dietro tanta follia ci fosse proprio Satana. Gli esorcismi non hanno funzionato e così alla fine il marito è stato costretto a chiedere il divorzio. Il medico psichiatra che ha redatto il verbale sull’analisi psichica della donna afferma che “a signora non risulta affetta da alcuna conclamata patologia tale da poter spiegare i fenomeni”.

Il Tribunale così è stato costretto a riconoscere l’esistenza di “comportamenti parossistici”, “eventi singolari” e “fenomeni inspiegabili”. Ma non ha potuto addebitare alla donna le colpe della separazione. E questo perchè “difetta il requisito della imputabilità soggettiva di questi comportamenti”. La donna non lo fa apposta, ma non è neppure pazza. “Non agisce consapevolmente”, scrive il giudice, ma “altrettanto chiaramente ella è “agìta””. “Tormenti” generati dal “suo atteggiamento di esasperata spiritualizzazione”. Divorziata per colpa di Satana.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/tribunale-riconosce-satana-divorzio-lei-posseduta-1383498.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.