TwitterFacebookGoogle+

Imam ucciso a New York, arrestato 35enne ispanico

New York – E’ stato arrestato e accusato di duplice omicidio di secondo grado e possesso improprio di armi l’uomo fermato domenica dalla polizia a New York dopo l’agguato mortale all’imam della moschea del quartiere di Queens e a un suo assistente avvenuto sabato scorso. Si tratta di Oscar Morel, 35 anni, secondo quanto riferito dal detective Hubert Reyes. La polizia ha trovato nella sua abitazione, nel sobborgo East New York a Brooklyn, la pistola usata per il duplice omicidio e abiti compatibili con la descrizione dei testimoni oculari, riferiscono i media americani.

L’uomo era rimasto coinvolto in un incidente stradale con il suo suv a 5 chilometri dal luogo del duplice omicidio e la polizia lo ha riconosciuto nelle immagini delle telecamere di sorveglianza. Non ci sono ancora notizie certe sul movente, ma secondo quanto riferito da fonti di polizia citate dal New York Daily News, Morel sarebbe stato coinvolto in una disputa tra musulmani e ispanici. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.