TwitterFacebookGoogle+

Immigrati: Renzi, "niente isteria" Hollande, "quote Ue? Un errore"

(AGI) – Milano, 21 giu. – “In un tempo in cui qualcuno vorrebbe costruire muri, noi ci sforziamo di risolvere un tema che non finira’ oggi, ma avremo davanti nei prossimi anni”. Matteo Renzi ha parlato alla stampa durante la conferenza congiunta col presidente francese Francois Hollande. “Deve prevalere un binomio di solista urta e responsabilita’. No ad isterie e no ad egoismi di nessun genere” sul tema immigrati, ha detto il premier. “La priorita’ e’ fare prevalere le ragioni che ci uniscono”. Poi ha aggiunto che “serve un approccio non muscolare. Il tema degli immigrati non si affronta dicendo che e’ il problema di un solo Paese. Su questo c’e’ identita’ di vedute tra Francia e Italia”, ha spiegato Matteo Renzi.

Il presidente francese dal canto suo ha spiegato che “il prossimo consiglio europeo dovra’ dire quello che ogni Paese puo’ fare perche’ si agisca in maniera umana, rispettosa delle dignita’ delle persone”. Francoise Hollande ha poi voluto puntualizzare la posizione della Francia “La formula delle quote non e’ da prendere in considerazione, e’ chiaro che oggi dobbiamo trovare altre formule”. In quanto alla crisi al confine, con centinaia di immigrati bloccati, Hollane ha spiegato: “A Ventimiglia abbiamo voluto applicare le regole di Dublino. Non c’e’ una chiusura alla frontiera, vengono fatti dei controlli ai minorenni”.

“Dopo le parole di Hollande su solidarieta’ e responsabilita’ sono ottimista circa la possibilita’ di arrivare ad un accordo” sugli immigrati. Lo ha detto Matteo Renzi durante la conferenza stampa assieme al presidente francese Francois Hollande. Rispondendo al presidente francese sulla situazione di Ventimiglia, Renzi ha detto che “oggi dobbiamo prendere atto che l’accordo di Dublino e’ quanto di piu’ negativo per l’Italia. Con la Francia, comunque, non c’e’ stata tensione”, ha aggiunto.

Immigrati: Renzi, Piano B? Ue ha cuore solidale

“In caso di solidarieta’ europea, benissimo. In caso di non solidarieta’, l’Italia e’ pronta di ricorrere a un Piano B con la possibilita’ di organizzarsi da sola”. Lo ha detto Matteo Renzi durante la conferenza stampa assieme al presidente francese Francois Hollande rispondendo a una domanda dei cronisti sull’eventuale ricorso a un piano B per l’emergenza immigrati. “Se siamo insieme agiremo come Italia. Se siamo insieme si trovera’ l’accordo migliore. L’Italia ha fatto fino ad oggi quello che doveva fare, molto, da sola. Non siamo all’accordo Dublino 2. L’Italia e’ pronta a fare la propria parte. Ci pare che una comunita’ di valori come l’Europa possa rispondere con un approccio comune ai temi dell’immigrazione. Dai colloqui avuti questa settimana con il presidente Hollande mi pare che l’Europa abbia questo cuore solidale”, ha concluso Renzi.

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.