TwitterFacebookGoogle+

Immigrazione: Zaia, chiudere Triton e aiutarli a casa loro

(AGI) – Venezia, 28 dic. – Il governo e l’Unione Europea dovrebbero chiudere l’operazione Triton, che e’ “l’esatta fotocopia” di Mare Nostrum, un “fallimento” e usare le risorse per “aiugare questa povera gente disperata a casa propria”. A sostenerlo, dopo le polemiche fra il ministero dell’Interno e quello della Difesa sulla gestione delle operazioni di salvataggio dei migranti nel Mediterraneo, il presidente del Veneto, Luca Zaia. “Non servono le polemiche fra Difesa e Interno per capire cio’ che agli italiani era gia’ chiaro: cioe’ che l’operazione Mare Nostrum e’ un fallimento e che la successiva operazione Triton altro non ne e’ che l’esatta fotocopia. Nel frattempo gli scafisti continuano a riempire i mercantili con migliaia di disperati e a spedirceli in Italia, mentre l’Europa continua a fregarsene”, ha attaccato. “La si smetta dunque con questo buonismo d’accatto – conclude Zaia -, si chiudano le operazione Mare Nostrum/Triton, il personale venga reimpiegato per riportare sicurezza nelle nostre citta’ e nei nostri paesi, i milioni di euro di costo vengano piu’ proficuamente utilizzati per aiutare questa povera gente disperata a casa sua attraverso accordi di cooperazione internazionale: con 40 euro al giorno si possono soddisfare le esigenze di centinaia di migliaia di bisognosi”. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.