TwitterFacebookGoogle+

Impopolarità di Trump al 53%. Ma se i sondaggisti sbagliassero di nuovo?

Quanto è popolare Donald Trump? Dopo due settimane alla Casa Bianca non si capisce se i controversi ordini esecutivi diramati dal presidente abbiamo realmente eroso il suo seguito tra gli americani o se i sondaggisti stiano commettendo un altro errore di valutazione, come quando davano per (quasi) sicura la vittoria della candidata democratica Hillary Clinton nelle elezioni di novembre 2016. 

E se l’errore fosse nel metodo?

Politico.com ha fatto un po’ di conti e ha scoperto che potrebbe essere un errore confondere i sondaggi telefonici tradizionali e quelli telefonici automatici o basati su Internet. I primi – che utilizzano intervistatori dal vivo e sono considerati più affidabili in politica e nei media – attribuiscono un sostegno limitato a Trump e ai suoi ordini esecutivi come il bando all’immigrazione da sette Paesi. I secondi, però, raccontano una storia ben diversa. Una volta aggiunto l’elemento di anonimato (il web o un risponditore automatico), gli indici di gradimento del presidente improvvisamente crescono.

Un altro esempio di ‘realtà alternativa’

La Casa Bianca è stata abile a giocare la carta della ‘realtà alternativa’ per rispondere ai dati negativi con dati positivi. Un assaggio lo ha dato il portavoce Sean Spicer: venerdì 3, durante una conferenza stampa, gli è stato chiesto di commentare una recente sondaggio della CBS – condotto da intervistatori dal vivo – che attribuisce a Trump un indice di gradimento del 40%. Spicer ha subito riportato un punto di vista alternativo: “C’è anche un sondaggio Rasmussen, che mostra un tasso di gradimento del 51%” ha detto. E per una volta la Casa Bianca ha addirittura giocato al ribasso perchè il sondaggio automatico condotto dalla Rasmussen attribuisce a Trump un gradimento del il 54%.

La risposta alla macchina è più sincera di quella data all’uomo

Sembra di tornare indietro nel tempo, all’autunno del 2016, quando Trump guadagnò improvvisamente terreno nei sondaggi, in particolare negli stati del Midwest. E proprio come allora, ci sono indizi che suggeriscono che gli americani possano essere meno disposti ad ammettere il proprio sostegno al presidente e alle sue azioni se a chiederglielo è una persona al telefono. Tutta un’altra storia, invece, se si tratta di un sondaggio condotto nell’anonimato di internet o di una interfaccia telefonica automatica.

 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.