TwitterFacebookGoogle+

In 10 Stati americani si può girare armati all'università. L'ultimo è la Georgia

Gli studenti potranno liberamente entrare nelle università pubbliche statunitensi portando un’arma nel proprio zaino fra i libri. La nuova legge, già presente in 10 stati americani, sarà adottata da luglio nello stato della Georgia. E’ il secondo stato americano dall’inizio del 2017, dopo l’Arkansas, ad avere approvato una legge che legittima l’introduzione di armi all’interno delle università.

La nuova legge in Georgia

Il nuovo provvedimento federale, noto come ‘Campus carry’ consente a coloro che sono in possesso di una regolare licenza di introdurre armi da fuoco all’interno delle scuole e delle università pubbliche georgiane. Le armi non potranno essere portate in bella vista e saranno bandite in alcune zone dei campus universitari come i dormitori.

Il governatore repubblicano Nathan Deal ha firmato il provvedimento lo scorso 4 maggio. Ma è un netto cambio di prospettiva rispetto al 2016. Lo scorso anno Deal aveva posto il veto ad un provvedimento simile perché – ha spiegato il governatore – il testo precedente non prevedeva ‘zone sensibili’ nei campus in cui le armi potessero essere vietate.

Critiche da alcuni presidi e associazioni

L’introduzione del nuovo provvedimento è stata accompagnata da proteste arrivate dai presidi di alcuni atenei georgiani e dalle associazioni.

L’accusa principale rivolta è quella secondo la quale la presenza di pistole negli atenei, invece che garantire la sicurezza dei loro possessori, crea un ambiente meno sicuro e può favorire crimini violenti, fra cui omicidi e suicidi. “Un inchino alla lobby delle armi di Washington” ha detto Lindsey Donovan, direttrice dell’associazione ‘Moms Demand Action for Gun Sense in America’.

Norme diverse da Stato a Stato 

Negli Stati Uniti sono 10 gli Stati nei quali vige il Campus Carry, Queste sono le normative:

  • Arkansas: Da settembre 2017 chi ha la licenza potrà introdurre armi, solo se nascoste alla vista, nelle scuole pubbliche secondarie, ma solo in alcuni luoghi
  • Texas: la norma entrerà pienamente in vigore nell’agosto 2017, ma dal 2016 è possibile introdurre armi, non esposte alla vista, in alcuni istituti pubblici, ad esclusione dei luoghi sensibili
  • Kansas: entrerà pienamente in vigori a luglio 2017 il libero possesso di armi all’interno degli atenei pubblici, se non vietato da specifiche misure di sicurezza
  • Utah: è stato il primo Stato a consentire nel 2007 l’introduzione di armi all’interno di edifici pubblici. Lo stesso anno un attentatore uccise 30 persone al Virginia Tech di Blacksburg, in Virginia.
  • Colorado: la Corte Suprema federale ha deciso nel 2012 che le università pubbliche non possono vietare il possesso di armi a coloro che hanno la licenza
  • Idaho: permette il possesso di armi dentro gli istituti, solo se nascoste, ai titolari di un permesso
  • Mississippi: portare armi all’interno degli istituti pubblici è concesso solo ai titolari di permessi che hanno seguito specifici corsi di sicurezza
  • Wisconsin: è consentito ai campus di vietare l’introduzione di armi con specifiche norme
  • Oregon: La Corte d’Appello federale ha stabilito nel 2011 che i titolari di una licenza possono introdurre armi nelle università pubbliche, ma non negli alloggi degli studenti

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.