TwitterFacebookGoogle+

In Arabia Saudita da oggi le prime donne con la patente

La revoca del divieto di guidare entrerà in vigore il 24 giugno ed è stata voluta dal principe ereditario Mohammed Bin Salman, che ha avviato un programma di riforme per innovare il Paese.
La copertina di Vogue –
globalist 4 giugno 2018 – 

Per la prima volta nella storia dell’Arabia Saudita dieci donne hanno ottenuto la patente di guida. La revoca del divieto di guida per le donne entrerà in vigore il 24 giugno e fa parte di una serie di riforme sociali avviate negli ultimi anni, tra le quali il permesso alle donne di diventare imprenditrici anche senza il consenso del marito o del padre, quello di fare le investigatrici e entrare allo stadio. Nonostante le parziali aperture restano in carcere diverse attiviste per i diritti femminili arrestate questo mese.
Tre giorni fa, polemiche sono esplose in seguito alla pubblicazione, su Vogue, di un articolo che celebrava la revoca del divieto. Sulla copertina del numero di giugno compare una principessa della casa regnante in tacchi alti al volante di un’auto decapottabile, in pieno deserto. L’immagine ha scatenato una ridda di proteste proprio perché 11 attiviste arrestate questo mese rimangono in carcere.

La principessa alla guida della decapottabile sulla copertina di Vogue

Ad apparire nella fotografia – interamente vestita di bianco e con il capo coperto – Hayfa bint Abdullah al Saud, una delle venti figlie del defunto re Abdullah, di cui la rivista pubblica anche un’intervista sulle riforme sociali avviate dal principe ereditario Mohammad bin Salman. “Nel nostro Paese – afferma la principessa – ci sono conservatori che temono il cambiamento. Personalmente lo sostengo con entusiasmo”. Nello stesso numero Vogue dedica uno spazio anche a Manal al Sharif, finita in carcere nel 2011 per avere sfidato il divieto, pubblicando un video che la mostrava mentre guidava.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.