TwitterFacebookGoogle+

“In Cecenia campi di rieducazione per i gay”. Proteste in Italia: Alfano e Mogherini intervengano


Ex caserme militari trasformate per «correggere uomini dall’orientamento sessuale non tradizionale»

Notizie di stampa trapelate dall’estero hanno rivelato che in Cecenia alcune ex caserme militari sono state trasformate per «correggere uomini dall’orientamento sessuale non tradizionale o sospetto», veri e propri campi di concentramento per gay. Un orrore che si ripete a distanza di 70 anni», afferma Erasmo Palazzotto, deputato di Sinistra Italiana-Possibile e Vicepresidente della commissione Esteri di Montecitorio.

«L’Italia e l’Europa, prosegue Palazzotto, non possono restare in silenzio davanti a questo livello di violazione dei diritti umani. Il presidente Mattarella in visita a Mosca non può ignorare ciò che sta accadendo e dovrebbe manifestare la preoccupazione e la condanna del nostro Paese davanti a crimini di questa natura. La violazione dei diritti umani, le torture protratte nei confronti di gay, lesbiche e trans in Russia e Cecenia ci impongono di non chiudere gli occhi e di lanciare con forza un segnale a tutta la comunità internazionale per fermare tali aberrazioni», conclude Palazzotto.

Su Twitter il sottosegretario agli Esteri, Benedetto Della Vedova, ha scritto di aver «attivato gli uffici della #Farnesina per informazioni su situazione #gay in #Cecenia e sulla denunciata inaccettabile violazione dei diritti umani». L’Associazione Radicale Certi Diritti ha seguito la vicenda e ha interpellato Federica Mogherini e Angelino Alfano sollecitandoli a fare in modo che la diplomazia europea non resti con le mani in mano.

«Le notizie che arrivano dalla Cecenia lasciano senza parole. Pensare che nel 2017 esistano dei campi di concentramento per uomini dall’orientamento sessuale non tradizionale o sospetto fa davvero rabbrividire. Non è un pesce d’aprile ma una drammatica realtà che ci colpisce profondamente. La dignità e la libertà degli uomini, a prescindere dal proprio orientamento sessuale, non possono essere lese così per nessun motivo ed in nessuna parte del mondo. I campi di concentramento per gay ci riportano al nazismo: tutti dobbiamo far sentire la nostra protesta, il nostro sdegno», scrive su Facebook Matteo Renzi.

http://www.lastampa.it/2017/04/11/esteri/in-cecenia-campi-di-rieducazione-per-i-gay-proteste-in-italia-alfano-e-mogherini-intervengano-Asrz7kYNU6d3WtULJd2PjK/pagina.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.