TwitterFacebookGoogle+

In Costa Azzurra è ancora polemica sul burkini: donna costretta dalla polizia a togliere il velo

L’episodio a Saint-Jean-Cap-Ferrat. La signora, difesa da un gruppo di amiche, ha dovuto sostituire con un cappello la cuffia-hijab.
La discussione con la polizia di un gruppo di donne che ha difesa l’amica in burkini FOTO ELISABETTA PAGANI –

28/08/2016 –
elisabetta pagani
Saint-Jean-Cap-Ferrat (fRANCIA)
A un mese dalla strage di Nizza e nonostante la decisione di due giorni fa del Consiglio di Stato francese (che ha sospeso il divieto di indossare in burkini nella spiaggia di Villeneuve-Loubet), in Costa Azzurra ancora una volta una donna si è vista avvicinare dalla polizia in spiaggia.

(La donna in spiaggia con il burkini, costume da bagno femminile che copre interamente il corpo esclusi la faccia, la mani e i piedi. FOTO ELISABETTA PAGANI)

Succede a Cap Ferrat (tra Nizza e Monaco),dove oggi, domenica 28 agosto, gli agenti sono stati chiamati da un bagnante perché c’era una signora con velo e burkini. Una discussione accesa con un gruppo di donne che difendeva l’amica velata e poi il compromesso: può tenere il burkini e coprire la testa ma con un cappello, non con il velo. «Ora è così – spiega la polizia che appare quasi a disagio – domani chissà».

 

(Il compromesso: la donna è stata costretta a indossare un cappello anziché un velo, FOTO ELISABETTA PAGANI)

«Una confusione totale – raccontano le donne musulmane dopo che gli agenti si sono allontanati – l’altro giorno hanno costretto una donna a togliere il burkini ora sono stati più morbidi. Niente multa, che sarebbe da 45 euro, a patto di togliere il velo che è un simbolo religioso ed è vietato, come il crocifisso (in spiaggia se ne nota più di uno al collo, ndr),pur tenendo il burkini».

http://www.lastampa.it/2016/08/28/esteri/in-costa-azzurra-ancora-polemica-sul-burkini-donna-costretta-dalla-polizia-a-togliere-il-velo-FYkGMMQNEsOjkBOJeW2thJ/pagina.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.