TwitterFacebookGoogle+

In crescita le imprese in Citta' metropolitana,oltre meta' a Milano

(AGI) – Milano, 13 apr. – Sono oltre 293mila le imprese attive nella Citta’ Metropolitana di Milano. Un numero che, negli ultimi cinque anni, e’ cresciuto malgrado la recessione. Guardando al 2015 la Citta’ Metropolitana ha visto, infatti, un aumento delle imprese attive pari al 3,5% su base quinquennale (2015-2010), a fronte del 2% del 2014, con risultati positivi in tutti gli ambiti territoriali metropolitani: primo fra tutti Milano (+4,7%). E’ quanto emerge dai primi dati sul territorio della Citta’ Metropolitana, frutto della collaborazione tra Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, Camera di Commercio di Milano, Nomisma, TeMA e FIMAA Milano Monza e Brianza, pubblicati con cadenza semestrale da Assolombarda sul portale “Investire sul territorio” e per gli investitori esteri su “Invest in Milan”, versione inglese realizzata all’interno della collaborazione con Promos – Invest in Lombardy. “Favorire l’attrattivita’ del territorio mettendo a fattor comune le rispettive competenze e i reciproci network. In questa direzione abbiamo lanciato ‘Investire sul territorio’ – ha dichiarato Michele Angelo Verna, Direttore Generale di Confindustria Milano Monza e Brianza – con l’obiettivo di offrire un punto di partenza per orientare gli investimenti in Lombardia, mettendo a disposizione delle aziende servizi esclusivi in numerosi ambiti: urbanistica, finanza agevolata, ambiente, salute e sicurezza sul lavoro. Milano, che da sola conta il 58,5% della base imprenditoriale, rappresenta gia’ un importante punto di riferimento per gli investimenti. Un ecosistema ideale per fare impresa, frutto della grande tradizione manifatturiera multisettoriale unita alle buone condizioni di accessibilita’ che caratterizzano il nostro territorio”.

“Sviluppare politiche e progettualita’ che favoriscano l’attrazione di investimenti esteri e’ una condizione essenziale per contribuire allo sviluppo della Lombardia e di Milano sia come citta’ globale che come citta’ metropolitana – ha dichiarato Pier Andrea Chevallard, Direttore di Promos, Azienda Speciale per le Attivita’ Internazionali della CCIAA Milano – Da ormai diversi anni, grazie al progetto “Invest in Lombardy”, assistiamo investitori esteri in tutto il processo di insediamento e sviluppiamo politiche per assicurare un’offerta territoriale piu’ qualificata, una riduzione dell’incertezza dell’investimento, nuove forme di incentivazione e la valorizzazione del capitale umano. E se la Lombardia, nel biennio 2014-2015 – conclude Chevallard – e’ risultata la regione piu’ attrattiva del Sud Europa, registrando nel 2014 un aumento del 17% degli FDI rispetto al 2013, e oltre l’85% di questi ha avuto sede a Milano, significa che la strategia funziona e che il territorio ha potenzialita’ importanti”. “Il mercato degli immobili industriali e commerciali si conferma piuttosto stabile oltre che appetibile per quanto concerne i prezzi che negli ultimi anni hanno subito certamente un calo significativo – dichiara Vincenzo Albanese, Presidente di FIMAA Milano Monza & Brianza – confidiamo in novita’ positive in termini di agevolazioni fiscali e di accesso al credito per rispondere ad un’offerta che oggi e’ ancora in netto esubero rispetto alla domanda. L’Italia in genere sta dimostrando di poter esportare un’immagine credibile ed attraente per l’investitore attraverso sinergie tra istituzioni, mondo finanziario e mondo delle imprese. In particolare la nostra Regione e l’Area della Citta’ Metropolitana – certamente grazie ad EXPO – danno segnali di nuova fiducia e di buone prospettive per il settore immobiliare in genere: se parliamo di ripresa del mercato degli immobili produttivi, la prospettiva e’ quella della crescita economica del Paese”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.