TwitterFacebookGoogle+

In crociera sui binari alla scoperta dell'Africa

Roma – Piu’ che un viaggio sembra una crociera a cinque stelle su rotaia, a bordo della quale i passeggeri – massimo 72 e coccolati da ogni genere di confort – attraversano mezzo continente africano, dal Sudafrica alla Tanzania. E’ il Pride of Africa, il viaggio “speciale” che la compagnia ferroviaria sudafricana Rovos Rail propone tre volte l’anno a bordo dei suoi suggestivi treni a vapore degli anni ’20: a gennaio, a luglio e a fine settembre.

Il turismo di lusso in treno ha una tradizione che risale all’Orient Express degli anni ’30 e ’40, ma per la prima volta il paesaggio che si osserva dal finestrino e’ animato da branchi di animali selvatici, dalle imponenti cascate Vittoria, dai laghi della Rift Valley e da tramonti rosso fuoco. Con il rischio, altissimo, di ‘contrarre’ il Mal d’Africa. Il costo di questa esperienza unica del continente varia dai 10mila ai 20mila euro a seconda della categoria della carrozza, un costo che comprende i pasti e tutte le bevande, compresi gli alcolici, consumati a bordo. Il viaggio parte da Citta’ del Capo, in Sudafrica, attraversa Botswana, Mozambico, Zimbabwe e Zambia fino a Dar es Salaam, in Tanzania, ultima tappa di un itinerario della durata di 15 giorni raccontati e documentati da alcuni storici a bordo.

Il mondo visto da un oblò, ora il Grand Tour si fa in crociera – Foto

Con qualche migliaio di euro in meno si puo’ invece conoscere la Namibia: il viaggio della durata di 9 giorni, parte da Pretoria, in Sudafrica, fino a Tsumeb, per un totale di 3400 chilometri, attraverso gire in fuoristrada, cene nel deserto, safari e visite alle miniere di diamanti. E’ possibile invece visitare le cascate Vittoria in soli 3 giorni con partenza da Pretoria. Dalla capitale sudafricana il treno attraversa Warmbath, nota per le sue acque minerali, il Tropico del Capricorno, Il Hwange National Park per terminare il viaggio di fronte alle cascate piu’ maestose al mondo.

All’interno del convoglio lo stile e’ molto inglese. Gli interni sono rivestiti in legno scuro e l’ambiente rimanda all’epoca vittoriana, tanto che favorire questa sorta di viaggio nel tempo negli spazi comuni non ci sono radio, ne’ tv o internet. Mentre i cellulari e i computer possono essere utilizzati solo nella propria ‘cabina’. Ogni scompartimento, indipendentemente dal prezzo e dalla grandezza – si va dai 7 metri quadri fino ai 16 metri quadri della Royal Suite – e’ dotata di salottino e vasca da bagno. La carrozza ristorante si anima per le colazioni, il pranzo, la cena, e per la canonica ora del te’, alle 17:00 in punto. Ci sono carrozze hobby e per fumatori e quasi tutti I treni hanno una carrozza panoramica, con ampie parti in vetro, per permettere di godere dei panorami offerti dagli immensi spazi africani. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.